Wwe 12 Ps3

by • 06/12/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)518

Il brand della World Wrestling Entertaiment è collegato ad una ventina abbondante di produzioni che, negli ultimi anni, hanno fatto la gioia dei fan di questa caratteristica disciplina. Uno degli aspetti più impressionanti di WWE ’12 è senza ombra di dubbio l’elevatissima mole di contenuti presenti nel gioco. Il folto roster, composto tanto da campioni famosissimi come John Cena, The Undertaker e Randy Orton, quanto da lottatori meno titolati quali Yoshi Tatsu, Wade Barret e Santino Marella, è realmente molto completo. Si parte, al solito, dalla Partita Veloce, che ci consentirà di selezionare uno scontro con un amico, con la CPU o tra due atleti guidati dalla sola Intelligenza Artificiale. Scelti i lottatori ogni minimo dettaglio sarà completamente personalizzabile, dalla selezione dell’arena alle decine di incontri che prevede la WWE come nel caso di Ladder Match, Cage Match,, Royal Rumble ecc. con tanto di opzioni per cambiare  moltissime delle regole di base. Presa la mano potremo cimentarci nella prima delle due modalità principali: WWE Universe. Qui ci verrà sottoposto un calendario di eventi pre-generato, che comprenderà eventi per ogni settimana dell’anno, comprese le attesissime pay-per-view. Potremo decidere di seguire semplicemente la scaletta, partecipando ad ogni incontro e schierandoci dalla parte che più ci aggrada  oppure personalizzare il tutto cambiando le stipulazioni, aggiungendo eventi e modificando gli atleti in competizioneLa modalità più interessante è Road to Wrestlemania, una corsa verso l’evento pay-per-view più importante dell’anno che ci porterà ad indossare i panni di diversi lottatori. In questo caso non potremo modificare modalità ed incontri e non saremo in grado di decidere di volta in volta da che parte stare. Ci saranno, infatti, tre linee narrative: una dedicata ai “buoni”, una ai “cattivi” ed un’ultima agli “outsiders”, coloro i quali non hanno partecipato attivamente a nessun feud ma che, con un’intervento mirato, possono cambiare l’equilibrio dell’intera stagione. Nel corso di questa modalità non mancheranno i backstage, le dichiarazioni provocatorie e gli interventi degli amministratori della lega. La caratterizzazione di personaggi è eccellente come sempre, con ingressi ed esultanze personalizzate nonché tutta una serie di animazioni ad hoc e un doppiaggio superlativo. Avremo a disposizione anche unampio Creation Center, con molte delle opzioni già disponibili in passato alle quali se ne aggiungono di nuove ed interessanti. In primo luogo troviamo la classica creazione della Superstar, alla quale potremo assegnare mosse, finisher appositamente create combinando animazioni, skill ed un guardaroba immenso di vestiti ed oggetti ornamentali. A seguire il gradito ritorno della creazione di una storyline, tramite la quale potremo costruire la nostra Road to Wrestlemania. È stato introdotto anche l’editor delle Arene. Partendo dal ring potremo modificare l’aspetto dei paletti, del tappeto, dell’Apron; decidere quali e quante armi collocare sotto al ring, quali loghi appariranno sugli schermi e stampati in giro per l’arena, creandoli da zero grazie ad un’ulteriore sezione di customizzazione e di che colore dovrà essere la pavimentazione attorno al ring. Saliti sul ring notiamo immediatamente la prima differenza con i precursori: non v’è alcun segno dell’HUD. Salute, stamina, barra della finisher e quant’altro sono sparite, lasciando al giocatore la completa interpretazione dello stato psico-fisico dei lottatori, capaci di esprimersi al meglio grazie ad una vasta serie di nuove animazioni e al cambiamento di postura ed andatura in seguito ai colpi riportati. Riguardo ai colpi normali ritroviamo la formula che assegna la loro fruizione ad un solo front button, lasciando all’analogico sinistro il compito di variare con la direzione la tipologia di colpo. Per quanto concerne le prese è stata accantonata la differenziazione tra “deboli” e “potenti”, dando ancora una volta all’analogico destro il compito di incanalare le molte variazioni sul tema. Il sistema si è rivelato davvero interessante: con il giusto tempismo sul grilletto destro sarà possibile controbattere persino le finisher più potenti e gli attacchi all’angolo, alle corde o a terra, sbilanciando l’avversario o ribaltando la situazione. In caso di schienamento ci verrà chiesto di mantenere la pressione su un tasto e mollarla quando la barra avrà raggiunto un determinato settore; in caso di sottomissione di premere ripetutamente e il più velocemente possibile i front button. Dal punto di vista tecnico si nota, su tutti, un netto miglioramento nella modellazione poligonale, che rappresenta a schermo atleti molto più definiti e particolareggiati, offrendo una gamma d’espressioni ed animazioni capace di veicolare ogni aspetto della personalità dei protagonisti. Lodevole però lo sforzo nel differenziare quanto più possibile ogni combattente, dotandolo di entrate ed esultanze personlizzate sempre più curate, nonché di tutta una serie di movimenti tipici ereditati dalle controparti reali. La folla è stata animata in maniera varia e credibile, con molti modelli differenti ad agitarsi in maniera totalmente diversa l’uno dall’altro; le arene sono state riprodotte nei minimi dettagli, aggiungendo mega-schermi, coreografie, effetti luce e particellari per riprodurre nei minimi dettagli lo spettacolo della World Wrestling Entertainment. Non è da meno il comparto sonoro, curato nei minimi dettagli laddove si tratta di riportare nelle case dei videogiocatori gli stacchetti introduttivi che ogni lottatore lega alla sua figura, le voci dei protagonisti e addirittura quelle degli annunciatori, per un risultato davvero brillante.

GRAFICA: 8
SONORO: 8,5
GIOCABILITA’: 8
LONGEVITA’: 8
VOTO FINALE: 8

HOT SPOTS:
–   Un sacco di contenuti disponibili
– Gameplay divertente come sempre
COLD SPOTS:
–    Qualche collisione non riuscitissima

Produttore: THQ
Sviluppatore: THQ
Genere: Sportivo-Picchiaduro

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI