We The Revolution

by • 08/05/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su We The Revolution159

I giochi originali e ben realizzati sono sempre di più una rarità oggigiorno. Nuove formule che sfidano quanto il mercato già offre e propone qualcosa di fresco e divertente allo stesso tempo.

Il mercato indie in questi ultimi tempi è una vera e propria fucina in questo senso, soprattutto per chi apprezza un approccio maturo al medium videoludico, con storie che non solo divertano ma facciano anche riflettere.

We The Revolution è proprio un esempio di quanto raccontato finora e realizzato da Plyslash, una software house polacca e pubblicato da Kablater sempre dalla Polonia.

Un titolo non facilmente etichettabile anche se la ambientazione è ben definita e molto particolare.
Vestiremo infatti la toga di un giudice della rivoluzione francese. Il setting è quello di alcuni giorni antecendenti allo scoppio dei moti rivoluzionari e immediatamente ci ritroveremo nel nostro seggio a giudicare e prendere decisioni.

Quotidianamente dovremo affrontare casi o processi più o meno importanti in cui verremo interpellati per prendere una decisione. I processi naturalmente, in base alla decisione presa, influenzerà sulla nostra reputazione e quindi le meccaniche saranno più complesse rispetto alle altre decisioni da prendere.

La reputazione è tutto e in base ai gruppi sociali che ci ritroveremo ad affrontare o a interfacciarci  come il popolo, i nobili o i rivoluzionari.
Ognuno propende per una soluzione che va dall’assoluzione dell’imputato alla ghigliottina e toccherà proprio a noi soddisfare l’uno o l’altro gruppo.

Dovremo tenere conto anche della giuria che verrà influenzata dalle domande che farete a testimoni e imputati e quindi potrebbero in ogni momento ribaltare un verdetto già scritto. Le domande andranno sbloccate di volta in volta e apriranno linee di dialogo differenti influenzando così il processo di volta in volta.

Non esiste il giusto e sbagliato o il bianco e il nero, le posizioni possono variare e quindi i vari gruppi assumeranno più o meno influenza.
Affronteremo vari personaggi storici legati al contesto storico di cui abbiamo letto sui libri di storia come Robespierre, Danton o Marat. L’equilibrio sarà fondamentale.

Anche le relazioni interpersonali in famiglia forgeranno il nostro carattere di personaggio e quindi anche le attività extra lavoro sono molto importanti per il proseguo della trama.

Per guadagnare influenza nella Parigi rivoluzionaria potremo anche utilizzare vari sgherri o spie per espandere il nostro potere sulle personalità influenti della città.
Tutto mescolato con un gameplay che vede strategia, avventura grafica e narrativa di altissimo livello. Il tutto per una ventina di ore di ottimo intrattenimento.

Il comparto tecnico è grandioso con una grafica stilosissima in arte poligonale.

Un’esperienza unica, da provare assolutamente.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI