Vane

by • 31/07/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Vane69

Alcuni valorosi reduci del glorioso Team ICO hanno inseguito la scia del grande maestro Fumito Ueda e hanno dato vita a questo titolo che ricorda molto da vicino Journey per le atmosfere e il gameplay.

il team si chiama Friend & Foe e questo è il loro primo titolo sviluppato. I membri sono cinque e tutti di stanza a Tokyo.
Il titolo è molto peculiare visto che si tratta di una sorta di gioco emozionale alla Journey con un viaggio nell’ignoto senza dialoghi, senza testi o filmati che possano introdurre meglio la trama anche se costellato di personaggi incredibili e molto carismatici, tantissimo stile e paesaggi mozzafiato a dire poco.

In questo senso il gioco è realmente indimenticabile dato che alcune immagini vi resteranno scolpite a lungo nella memoria.
L’estetica e il level design sono il vero fiore all’occhiello della produzione. Il gioco sprizza arte da tutti i pori soprattutto per quanto concerne la vastità dei paesaggi.

La texture è in secondo piano privilegiando l’illuminazione con shader e modellazione low-poly.

L’uso del colore, della composizione degli scenari e della regia in generale sono sublimi. Tutto è cangiante e mutevole e il team di sviluppo usa persino tecniche in stop motion per indicare in maniera brillante il passare del tempo o per indicare alcune azioni del passato.

Altro elemento che contribuisce moltissimo all’atmosfera generale così magica è sicuramente la colonna sonora che fa largo uso del synth per ricreare ancora di più un senso di minimalismo.

Grazie a queste atmosfere così ben ricostruite avrete molta voglia di esplorare in lungo e in largo questi universi così particolari. Il tutto con una sorta di open world che ci garantirà sempre un certo grado di libertà. Non sempre avrete chiaro quali enigmi risolvere o più semplicemente dove andare ma il bello sta proprio nel perdersi all’interno di questi mondi paralleli.

Il gioco potrà concludersi comunque in circa cinque ore in totale. Quindi il nostro volatile potrà veleggiare comunque a lungo e trasformarsi alternativamente in umano quando entrerà in contatto con una strana materia.

I controlli naturalmente necessitano pratica in base a quando ci ritroveremo tipo in aria come aquila o nei panni della bambina e quindi dovremo imparare a padroneggiarli al meglio.

Un titolo molto sui generis che comunque merita di essere intrapreso per le sue peculiarità e per il suo spiccato gusto estetico.

Voto: 7

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI