Utawarerumono: Prelude to the Fallen

by • 11/06/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Utawarerumono: Prelude to the Fallen189

Questo brand è nato nel lontano 2002 come un titolo per Pc ed ha riscosso talmente tanto successo da guadagnarsi un remake nel 2006 per Playstation 2.

Il gioco poi ha avuto talmente tanto successo da diventare una trilogia e una serie in ben 26 episodi.

Il gioco poi sbarcò qui da noi nei nostri due episodi conclusivi ma finalmente con questo Prelude to the Fallen possiamo goderci anche qui in Occidente l’inizio dell’intera saga.

Questo ci consentirà di avere una visione d’insieme e apprezzare quindi l’intera storia fin dai suoi inizi e quindi comprendere il meglio.

Il gioco rappresenta anche uno sprone e un incentivo per approfondire ulteriori risvolti magari giocando i seguiti oppure guardando l’anime.

Il gioco ha una componente narrativa molto forte e preponderante visti gli elementi da visual novel che sono tipici del titolo.

Il gioco ha come setting il Giappone feudale dell’Ottocento in cui vestiremo i panni di un personaggio mascherato che è vittima di un’amnesia.

Ci si ritroverà nel mezzo di una foresta completamente disidratati anche se in nostro soccorso arriverà Eruruu che ci salverà e porterà al suo villaggio.

Un inizio lento e ragionato che ci porterà addentro a una storia molto ricca piena di personaggi molto ben tratteggiati con al centro lo spettro della guerra.

I dialoghi sono magistrali e sottolineati nei momenti più topici con delle musiche ad hoc da brividi.

Le atmosfere da racconto di altri tempi vi rapiranno fin da subito e quindi oltre all’esperienza ludica potremo goderci il comparto narrativo di prim’ordine.

I personaggi sono tutti molto ben caratterizzati così come gli scenari di gioco e quindi potremo goderci i ritmi blandi del gameplay, soprattutto all’inizio di gioco.

Il sistema di combattimento è a turni con tantissime componenti ruolistiche che impreziosiscono l’esperienza di gioco.

Il tutto avviene su uno scenario a scacchiera con abilità e punti bonus che aumentano il grado di sfida e arricchiscono il tutto.

Condiscono il tutto attacchi speciali, minus legati a esperienze elementali e colpi speciali.

Importante mettere in evidenza come il vecchio sistema di combattimento del primo titolo in questa sorta di remake sia stato sostituito da quello nettamente più performante dei due sequel.

Anche il comparto grafico è stato migliorato con degli artwork realizzati per l’occasione.

Anche la magistrale colonna sonora è stata ulteriormente ampliata e migliorata.

Un ottimo titolo da riscoprire e rigiocare certamente.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI