UndergroundRaport_1

by • 30/05/2005 • ArticoliComments (0)841

Robusto e potente: non è la descrizione di un toro da rodeo, ma quella dell’undeground made in USA di questi primi mesi del 2005.

Per chi cerca meraviglie, la miglior mossa possibile è pedinare la numero nove: 9th Wonder, beatmaker dei Little Brother, dopo aver chiuso il 2004 producendo gli ottimi singoli "Blame game" di Dynas e "The gift" di Cesar Comanche, inaugura l’anno corrente confezionando l’ennesimo ottimo beat per "Strongest Man",singolo che preannuncia e precede di qualche settimana l’uscita di "Sleepers",album solista di Rapper Big Pooh, che nell’arco di 14 tracce spazia dalle classiche cartelle fino alle sonorità più morbide.

Pressochè in contemporanea, l’mc hawaiano Emirc in collaborazione con Apathy sforna il singolo "Own the world" e i Project Move danno alla luce il capolavoro "Butterfly theory",b-side del 12" "Woo".

In seguito, febbraio porta alla ribalta ottimi "esordienti", su tutti i Grayskul con "Deadlivers LP" e One.Be.Lo. con il suo S.O.N.O.G.R.A.M..Voci di corridoio sostengono prossima la collaborazione di quest’ultimo con Pete Rock, ma forma dell’opera, tempi e dettagli ancora non si conoscono. In attesa di certezze, il potenziale di questo duo è verificabile ascoltando la versione remix del singolo "Decepticons".

A marzo la scena è dominata dai grandi attesi: tra gli album troviamo Cormega con "The testament",The Perceptionists (Akrobatik, Mr.Lif e Fakts One) con "Black Dialogue", i Likwit Junkies (ossia Defari e dj Babu) con l’omonimo disco e i Black Market Militia (Tragedy Khadafi, Killa Priest, Hell Razah e Timbo King) anch’essi con un album titolato a loro stesso nome.

Due singoli degni di nota sono "Supreme supreme" del celebre duo Black Star (Talib Kweli e Mos Def) e "Keep it Movin", pezzo party targato All Natural.

L’inizio di primavera vede debuttare Splash (supportato dall’onnipresente 9th Wonder) con l’EP "The ripple effect", il cui primo singolo estratto è "Bobby’n ya head". Tonedeff esce con l’album "Archetype", disco che merita più di un ascolto vantando ottime produzioni e collaborazioni di personaggi come Pack FM e Supastition. Altre interessanti uscite sono quelle di Exile, che presenta il singolo "Time has come" affiancato dagli Slum Village, e di Big Shug con "The way it iz" prodotta da dj Premier(interessante anche il b-side "Who?-got my back" prodotto da un Alchemist ottimo come al solito).

Il "Vol.4" edito da Word of Mouth propone il sempreverde O.C. affiancato da Pharoahe Monch in "Evaridae", ottimo pezzo con sonorità "smooth" molto piacevoli.

I primi giorni di maggio vedono la saga di Quasimoto (aka Madlib) arricchirsi di un altro episodio: "The further adventures of Lord Quas" è un tomo che ogni appassionato del genere non si lascerà scappare. Interessanti sono anche le uscite di C-Rayz Walz con l’album "Year of the beast" (featuring Jean Grae, 4th Pyramid e El-P) e di Zion-I con "True & livin’" (featuring Talib Kweli e Aesop Rock).

Il 24 maggio ha invece visto la luce il nuovo lavoro di Common, "Be". Kanye West e Jay Dee a danno man forte sui macchinari al mc di Chicago, che si propone una volta di più come "Marvin Gaye" urbano.

Di recentissima uscita anche due lavori di sicuro interesse: Sean Price, dopo il potentissimo singolo "Boom bye yeah" risalente alla scorsa estate, non ha deluso le attese con l’album "Monkey Barz", che si fregia delle produzioni di 9th Wonder, Nottz e Da Beatminerz; altro ritorno a cui va data attenzione è quello di Afu-Ra, uscito il 6 giugno con "State of the arts" supportato dalle produzioni di Premier e PF Cuttin e dai featuring di Royce da 5’9", Masta Killa, Kardinal Offishall e Gentlemen.

Per testare direttamente con le vostre orecchie queste ed altre hit underground, marcate stretto il sito www.streetbeat.it.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI