Una mole di mc’s

by • 17/10/2005 • RecensioniComments (0)663

Da quel di Torino ci arriva un progetto coraggioso e carico di buoni propositi,l'idea di dj Koma è quella di raccogliere su di un unico album tutte le realtà di Torino,la sua città,verso la quale questo disco sembra uno spassionato atto d'amore.

Inizialmente pensavo si trattasse di un album interamente prodotto da Koma a mo di classica compila da produttore ma il disco ha una formula ben diversa.

Essendo Koma dj,rapper e produttore si cimenta all'interno dei 17 pezzi dando prova delle sue abilità alle macchine,al microfono e ai giradischi.

La sua presenza fa da filo conduttore per tutta la durata dell'album che alterna pezzi fatti ad hoc ed altri estratti da lavori usciti da poco o di prossima uscita.

Il livello è altalenante,si passa da pezzi azzeccati come "Dalla mia zona" dei The Lickerz oppure "Black city" dei One mic ad altri meno efficaci o meglio,privi di quella personalità in grado di far emergere i protagonisti come nel caso dell' intro affidato a un bravo mc: Cuba club colpevole solo di suonare troppo simile a qualche mc di stampo milanese….

Da tenere d'occhio tra i meno conosciuti:il binomio Anda e Raige con "Se…" ma anche La loggia con "Spasmi di rincorsa" bel pezzo colpevole solo di un incredibile calo di tensione/qualità nella parte finale (si nota troppo per non farlo notare).

Le altre traccie sono una valida panoramica di quelle che sono al momento le realtà più solide ed attive di Torino,passando tra volti noti come: Tsu,Principe ed Atipici ad altri tutti da scoprire come: Cane Bullo,Malva e dj Rex e Maschi bianchi.

Complimenti a dj Koma per la volontà e la capacità di intraprendere e finalizzare un progetto sulla carta difficile da realizzare oltre che per le skillz genuine che personalmente dimostra nei pochi ma importanti interventi che si concede.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI