Un po' di chiarezza sui Dead Prez

by • 19/10/2003 • NewsComments (0)383

Dopo numerose conferme, smentite e falsi allarmi, finalmente qualche notizia certa sull’uscita del prossimo album dei Dead Prez. M1, in Europa per partecipare a una compilation internazionale, ha dichiarato alla stampa francese che il fallimento dell’etichetta Loud, sotto la quale era stato pubblicato il loro LP d’esordio Let’s get free, ha creato parecchi problemi al gruppo per la realizzazione del nuovo disco. Dopo il triplo platino del loro debutto, infatti, il duo era ricomparso sulla scena solo con un mixtape autoprodotto, Turn off the radio vol. 1, progetto che comprendeva strofe inedite su strumentali arcinote, e con alcuni featuring sparsi, l’ultimo sull’album di Erykah Badu.

La rottura del contratto con la Columbia, alla quale erano stati trasferiti d’ufficio una volta chiusa la Loud, aveva infatti dato il via libera a una serie di speculazioni sul destino e sui progetti del gruppo, nonché alla circolazione in rete di materiale inedito. Qualche mese fa, oltretutto, tra le recensioni di The Source era comparsa anche quella di un nuovo lavoro dei Dead Prez, Revolutionary but Gangsta. Il recensore aveva assegnato loro quattro microfoni e mezzo.

L’album, tuttora in cantiere, si intitolerà Volume two: get free or die trying, e non avrà nulla a che fare con Revolutionary but gangsta, effettivamente già esistente e molto diffuso online. Per quanto riguarda la label che lo pubblicherà, Sticman e M1 sono attualmente in trattativa con diversi grossi nomi del calibro di Mca, Atlantic, Def Jam, Bad Boy, Motown, Capitol, Virgin, ma al momento la più accreditata pare essere la Roc-a-Fella di Jay Z.

In parallelo alle uscite “ufficiali”, i Dead Prez sono inoltre intenzionati a mantenere la saga Turn off the radio autoprodotta ed indipendente: il secondo volume del mixtape sarà presto disponibile anche da questa parte dell’Atlantico.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI