Tutti gli uomini del Presidente

by • 16/10/2002 • RecensioniComments (0)916

De boia, direbbero alcuni, divino dico io. Si, perchè Esa aka El Presidente esce di nuovo, con un disco e dal solito piatto tracciato dell’hiphop italiano vantando un lavoro ricco di rima, ritmo e divertimento. Per partito preso non mi metto a parlare di ciò che non vale, chiaro che fatta questa premessa le recensioni che scrivo non possono che essere positive, come in questo caso, magari le impressioni escono un po’ in ritardo rispetto alla reale uscita del disco “tutti gli uomini del presidente”, ma si sa, per farsi un’idea ci vuole tempo, per farsela abbastanza precisa di un lavoro come questo di tempo ce ne vuole molto di più proprio perché vale la pena di ascoltare, fermare, riascoltare e via di seguito. Amante come sono del buon scrivere non posso che ammirare gli incastri pressoché perfetti del buon vecchio Esa, che sarà pure un dannato ritardatario, ma quando si tratta di rimare è un luminare, quasi un lampadario, accompagnato in modo vario da un a serie eccellente di emcees, e si sente, del resto tra i pochissimi che possono veramente dire d’avere il ritmo c’è sicuramente e meritatamente lui, El Prez, supportato nell’occasione da personaggi stile Fabbri Fibra, Rival CNN, Manifest, Tormento, POlaroide, Colle e Rome Zoo solo per citare alcuni dei più noti al pubblico più rigorosamente HipHop.

Nel contesto i numeri freddi del disco sono solo un particolare, undici tracce dal sound misto, reggae, jazz, latino e squisito rap puro che rende egregiamente nelle casse, da looppare di sicuro la favolosamente grassa “Le mille e una notte”, per passare poi a “Caliente” e “Live ‘n direct” quest’ultima con un egregio Rival, veramente bravo! Particolare interesse per il suono di “Vai Piano” , da citare anche il pezzo “è unta, c’è l’olio”con Fabbri, che non è un capolavoro ma può vantare incastri eccellenti grazie proprio al Tarducci classico. “Teribbile” il pezzo “Mete” e stranamente sottotono a mio avviso il Polaroide, il cui pezzo “10000 esseri” non mi ha dato sufficienti calorie.

Contenuti “contenuti” per questo lavoro, forse manca ancora un vero peso nelle parole del Prez, sostanzialmente si può assistere al solito manifesto “tonz of gun-ja”, che personalmente non condivido anche se è chiaro e lampante come tutta l’opera si a un qualcosa di ben fatto, musicalmente e artisticamente, forse uno dei pochi dischi che possono a giusto titolo vantarsi di avere quella patina di internazionalità che eleva il nostro rap-italico spesso bistrattato da crew ed emcees a dir poco canini. In quest’ottica raffinata tutti i pezzi, elevati, validi, confezionati ad arte grazie anche a tutta la serie di interventi in fase di produzione tra cui spiccano i nomi de La Pina e Next One, con effetti technici agevolati da nomi quali Dj Double S, Dj Alik, Dj Villary. Da segnalare che all'interno del CD si può trovare il video del pezzo "Ultimi Attimi".

Distribuito dal sempre smagliante VIBRA è da avere “senza meno”, lo trovate nei più consapevoli negozi di musica e contattando il VIBRA (http://www.vibrarecords.com)

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI