The Survivalists

by • 23/10/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su The Survivalists149

Il genere serviva in campo videoludico è oramai diventato un’autentica certezza e tantissimi giochi di qualità. Ogni titolo però tenta di distinguersi dagli altri presenti sul mercato, con un certo stile e una propria personalità.

Team17, la software house creatrice del leggendario Worms tra gli altri, è scesa in  campo e ci propone la sua versione di titolo survival che mutua molto dall’immaginario creato in precedenza con The Escapists.

Il gioco quindi riprende anche gli stessi stilemi a base di pixel e fin dalle prime battute dimostra molto carisma e personalità. Cominceremo con il nostro personaggio che ha perso i sensi su una zattera completamente distrutta. Saremo quindi su un’isola deserta privi di memoria e con la forte volontà  però di ritrovare quanto prima la strada di casa. La natura dell’isola è insidiosa e, dopo una personalizzazione dell’avatar, potremo cominciare a esplorare i luoghi in modo da reperire il materiale per poter prendere nuovamente il largo con una nuova imbarcazione.

Va da sé che il gioco punti tutto sul concetto di rafting e quindi l’esplorazione e la raccolta di tutti i materiali più utili al nostro scopo. Saremo subito a conoscenza di ciò che è necessario per costruire ciò che ci serve quindi potremo concentrarci su un progetto piuttosto che un altro.

Potremo procurarci di tutto, dalle armi ai banchi da lavoro alla cucina, in modo da migliorare la nostra qualità di vita. Più oggetti complicati costruiremo maggiori saranno le possibilità che ci si pareranno davanti. Potremo anche migliorare ciò che abbiamo costruito in precedenza, in base alle nostre scoperte.

Avremo a disposizione 11 slot quindi dovremo sempre ponderare bene cosa portare con noi e cosa nascondere nei rifugi da utilizzare poi in un secondo momento. I materiali spesso saranno distanti l’uno dall’altro quindi dovremo viaggiare molto per poter magari costruire qualcosa.

Potremo però segnare sulla mappa dei punti di interesse così da ricordarci dove trovare cosa. Per salvare invece dovremo costruirci un letto che rappresenta anche il passaggio tra il giorno e la notte. Durante l’oscurità l’isola diventa un  luogo pericoloso in cui molti individui tenteranno di derubarci quindi se decideremo comunque di esplorare altri luoghi è sempre meglio premunirsi di un’arma.

Dovremo anche sempre tenere sotto controllo i parametri di fame e salute e quindi dovremo avere sempre con noi anche delle scorte alimentari. Ad aiutarci in tutti questi compiti ci saranno anche delle simpatiche scimmiette che con un po’ di cibo o con la promessa della libertà potranno svolgere dei compiti per noi. Ci imiteranno in tutto e per tutto quindi una volta che ci vedranno compiere un’azione, come tagliare alberi o cucinare, una volta forniti loro gli strumenti, potranno pedissequamente fare ciò che ci hanno visto fare. Importante ricordare come però quando verrà assegnato a una scimmia un nuovo compito, scorderà quello precedente.

Il gioco è godibilissimo in coop per aiutarsi l’un l’altro e quindi potremo farlo in multiplayer con alcuni amici.

Dal punto di vista tecnico il gioco impressiona per la sua ottima pixel art, con una buona gamma di colori e un’ottima differenziazione dei nemici. Molto orecchiabile anche la colonna sonora.

Un ottimo survival che verrà apprezzato anche a coloro che non sono proprio avvezzi al genere.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI