The Newkingztape Vol.1

by • 19/01/2006 • RecensioniComments (0)1132

"I miei maestri sono stati Deda Md, Dj Lugi, Joe Cassano, Next One vengo da lì…"

Inoki è un personaggio. Uno di quelli capaci sempre e comunque, nel bene e nel male, di far parlar di sè. Che si tratti di una hit underground, di un programma televisivo o di una vignetta su Hatingline, Inoki è spesso e volentieri nell'occhio del ciclone e chi ha una minima cognizione di come funzioni la nostra società dominata dai mass media sa quanto questo sia, in fin dei conti, un fattore paradossalmente positivo. Il 2005 appena trascorso è stato l'anno della definitiva consacrazione del rapper bolognese: un disco ben recepito da critica e pubblico, svariate apparizioni live lungo tutta la penisola, la conduzione del 2 The Beat per il secondo anno consecutivo e questo mixtape decembrino che chiude, egregiamente, il secondo ciclo della sua carriera.

Un mixtape di stampo americano: pezzi inediti, freestyles, estratti live, auto-citazioni, remix e davvero tantissime collaborazioni. 29 tracks per quasi un'ora e venti di musica, mix affidato a Dj Shablo e Inoki come maestro di cerimonia. "The Newkingzmixtape Vol.1" si apre con l'ennesimo remix di "Bolo By Night" (nel cd ce n'è pure un altro con gli One Mic) con nientepopodimeno che Lil'Dap dei Group Home e Tek Money al microfono, segue "Immagina", la traccia migliore del mix con i francesi Tandem. Un pezzo a sfondo sociale in cui troviamo Fabiano perfettamente a suo agio sullo splendido beat di Kilomaitre ("Immagina un adolescente senza guida, undici anni paglie, dodici anni weeda, immagina le conseguenza per la sua vita").

Inoki ha il pregio di saper suonare semplice e diretto, con quel modo un po' naif di riproporre stilemi dello street rap americano amalgamandoli alla sua visione dell'hip hop. Non è certo un mc dal virtuosismo facile o dall'ampio vocabolario ma è dotato di un ottimo flow e della capacità non comune di saper intrattenere. Dev'esser sicuramente anche bravo nel gestire i suoi contatti dato che in questo "The Newkingzmixtape Vol.1" partecipano mc's da ogni parte d'Italia, e non solo: da Turi ad Afrob, da Kiave a Stokka & Buddy, dal Truce Klan agli Spregiudicati, dai Micronauti (Esa & Zippo) al Piotta, da Amir a Bassi Maestro, da Mondo Marcio a G-Max senza contare tutti quelli che abitualmente collaborano con lui. Senza infamia né lode le prove di Lamaislam, Nunzio, Gianni KG e Thug Team.

Il mixtape scorre lisco seppur con qualche ovvia caduta di tono, Inoki gestisce il tutto con rime (semi)improvvisate senza mai incespicare, in "Mama Africa" e in "Calabria Bella Sto" abbonda in luoghi comuni e clichè ma glielo si può perdonare tanta è la passione che trasuda dal suo fare rap. Fra gli ospiti è doveroso citare l'ottimo Tek Money, sentire la sua strofa live nell'intro; Gue Pequeno, ormai una garanzia ("Ti riempi i fogli Fabriano ma no non lasci il segno, tu non sei mister Fabiano tu non sei G Pequeno"); i Cosang, paurosa la strofa di Luchè in "Grandine" e gli OV di Bologna, super funky in "Mandaci In Classifica". Bella anche "Per un Bis" con la connection trevigiana Mista, Frank, Sandro e Shocca, da notare quanto il flow di Inoki risalti appieno sul beatmaking di Roc B.

Un buon prodotto, molto diverso da "Fabiano Detto Inoki" ma ugualmente valido.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI