The Falconeer

by • 14/12/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su The Falconeer338

The Falconeer è un titolo molto interessante che mescola combattimenti aerei con tanti elementi da gioco di ruolo in un mix realmente vincente. Il tutto però in un mondo completamente fatto di acqua.

Il creatore è Tomas Sala e il titolo è stato uno della line-up della nuova console Microsoft ma è uscito anche su Pc.

Il setting come detto è quello di Grande Ursee, ossia un mondo completamente coperto di acqua, con i popoli che abitano le poche terre emerse. Cosa caratteristica sta nel fatto che il mare è diviso in due da un crepaccio e le persone abitano esclusivamente quindi solo gli speroni o le poche terre emerse.

Ogni zona di terraferma ha alcune piattaforme dedicate all’atterraggio dei cosiddetti falconieri, ossia i signori dei cieli che riescono facilmente a raggiungere ogni angolo del pianeta a bordo dei loro falchi giganti e sono visti come l’ultima speranza in questa situazione di estrema crisi politica.

Il loro compito non è solo quello di messaggeri e corrieri tra i vari agglomerati ma anche di difensori di queste piccole cittadine fluttuanti dagli attacchi dei pirati e delle mostruose creature che popolano il mondo di gioco.

Proprio per questo motivo dovremo viaggiare in varie parti del mondo di gioco e in questo modo potremo scoprire sempre di più sulla situazione politica di Grande Ursee e della sua mitologia.

Un racconto corale che ci permetterà di affrontare l’avventura non solo con un falconiere ma con tanti, in modo da avere più visioni contemporanee di questa avventura così sfaccettata. Tutto si disvela poco alla volta in un racconto politico molto ben realizzato.

Il gameplay è basato tutto su combattimenti aerei fra i già citati falconieri e navi volanti o creature di ogni genere. Un sistema di volo molto riuscito a metà tra simulazione e arcade in ui potremo sfruttare il potere delle tempeste oppure raccogliere oggetti in mare e utilizzarli per bombardare i nemici.

Ottimo il senso di velocità come nel momento delle picchiate in cui potremo volare a pelo d’acqua.

Mano a mano che progrediremo potremo anche migliorare le abilità del nostro falco come riuscire a tenerlo sempre in tensione per voli migliori oppure migliorare l’autogenerazione.

Il gioco comunque non punta tanto sui combattimenti quanto piuttosto sull’esplorazione e sugli splendidi scenari che potremo ammirare. In  questo bisogna appunto menzionare una grafica eccezionale, soprattutto tenendo in considerazione il fatto che il titolo è stato sviluppato praticamente da una sola persona.

Le animazioni dei falchi sono eccellenti così come la grafica low-poly. Menzione d’onore anche i passaggi tra giorno e notte con relativi cambi atmosferici tra tempeste e tempo sereno. Una direzione artistica impareggiabile.

Un titolo profondo, ben realizzato e dal prezzo budget che convince.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI