The End

by • 06/01/2004 • RecensioniComments (0)801

Gli alieni ci regalano un bell'album di musica a base di scratch (e' finita l'epoca dei soli scratch a base di thaa, con il giradischi si crea quasi interamente pezzo senza mai annoiare l'ascoltatore- il turntablism si evolve di continuo) con un'atmsfera tranquilla,educata e composizioni dal jazz all'hip hop soul all'elettronica con un taglio sempre molto delicato.

Skizo cura tutte le composizioni alternando si con gli altri tranne quelle dei singoli componenti(ognuna curata completamente da chi la fa).

Daily nightmare e' la rappresentazione della storia di Nightmare, Tayone Skizo e Inesha risuonano i colpi di spada (si riesce a immaginare la lama che fende l'aria) a suon di thaa e ahh su una strumentale cupa, precisa (come tutte quindi non staro' a ripeterlo per gli altri pezzi;) fatta principalmente con baby e drag di campioni sonori e batteria modo consente una musicalita' ad effetto (le prime battute inoltre hanno un riff che resta nella mente).


Destroy e' il pezzo singolo di Zak, una manata,strumentale spinta e un ritornello ad effetto (da ascoltare in auto con i bassi alzati e finestrini giu' 😉 strofe di scratch molto curati che pero' suonano "semplici" dando maggiore impatto e aggressivita' al tutto.

Con l'album si scopre il talento da ottimo compositore di Metz autore dell'ottima 40 degrees of revolution fondata su un tappeto ritmico lento costituito da piattini sincopati sui sedicesimi con una cassa bella tonda e un rullante dal sapore elettronico e composta da effetti rilasciate e frasi scratchate ben mischiati (lo sottolineo perche' ha una gran musicalita') parte con un piglio violento per terminare in un tono delicato quasi introverso con il quale si alterna in tutto il pezzo.

Sullo stesso filone Help I'm Fallin di Skizo che crea la traccia forse con piu' Soul di tutto l'album,la strumentale lenta con campioni di sax vari risuonati e non con l'aggiunta di frasi di voci calde alternate ad altri campioni e' uno dei pezzi con piu' calore degli ultimi tempi.

Scratchoetry e' la ormai famosa routine di Tayone con Don't mean a thing, beh mi auguro che siate andati almeno a vederla live una volta (quindi non dovrei dire niente a riguardo di sto prodigio di pezzo qua nella versione non live) fiati e voci scratchati, trattenuti e rilasciati un fantastico tappeto ritmico sta traccia e' funk 🙂

Fresh Confidence di Tayone e Zac parte con un tono elettronico che poi si analogizza fino a risultare rallentato ottimo.

The terrible invasion contiene il featurin di dj Radar che si risente assai positivamente sia nelle batterie (ottime! curate da Skizo Zac e Radar se non erro) che nella riusonata di una sample(fatte in modo ovviamente diverso dal classico Radar (non commento anche tutti gli scratch (compratevi il cd;).

Magnetikal chemistry ci fa conoscere i due piu' giovani membri del gruppo (Metz e Type10) che compongono un brano a cavallo tra drum n bass,trip hop e strumentali di hip hop jazzato con un fantastico famoso campione risuonato in modo maestrale.

We keep things rollin e' blues!!!

Thronic Harmony di Type10 e' un gran pezzo dal sapore elettro (piattini molto veloci) nuovo (nel senso che non suona anni 80, e questo no so piu tanto spiegarvelo a parte gli ottimi i tagli degli effetti i campioni vocali attuali).

Tales from the dark sidedi Inesha e' il pezzo violento ed elettronico che tutti volevate. (ve lo assicuro) .

Basso elettronico cupissimo piattini veloci ritornello a ritornello da alzata di mano ("Tales From The Dark size" quello su The secret Recipe) strofa di suoni e voce e di ottimi thaa.

Sempre con un taglio elettronico ma meno spinto Sorry wrong number di Inesha e Skizo "Red Alert Red ALert You Got Connections With the Aliens"..

The classic con dj Gruff e' un altro pezzo ricco di anima (donata da gran bei piattini e batteria di Inesha , campione penso di flauto risuonato, voce calda,basso suonato e campione di Gruff che si schiarisce la voce) scratch con il thaa molto musicali fatti da Skizo Tayone Zak e Gruff.

Phrases in my mind di Skizo Inesha e Dada(gia' produttore nei Radical Stuff) e' un altro pezzo col cuore in mano.

Concludendo (finalmente? 😉 vi dico tutto l'album ha un suono suo, un unico filone, non suona come ve lo aspettavate (e la cosa all'inizio vi puo' lasciare un po' disorientati ma ascoltatelo qualche volta e lo apprezerete appieno) e' un genere nuovo, un misto di tante cose che trova il suo spazio e stile nel mondo musicale e in quello del turntablism(si differenzia sia da Phantazmagorea che da Scetchbook ed avendo tutti e tre gli album un piglio simile non e' semplice come cosa).Spero di non avervi annoiato era per convincervi ad affidarvi a sti suoni nuovi (forse era piu' semplice dire questo pezzo mi ricorda un trmonto l'altro il mare questo il buio o chesso' la 16 suona gialla la 15 arancione la 12 grigia-azzurra la 13 verde e nera … ma penso che ognuno abbia le proprie interpretazioni interiori della musica:).

Ah se vi interessa l'album e' nelle classifiche di alcuni college americani un altro traguardo per un gruppo di musicisti di grande talento e capacita' artistica(ricordo che l'album e' distribuito negli USA da Bomb Hip Hop e Hip Hop Slam).

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI