The Elder Scrolls Online: Greymoor

by • 24/06/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su The Elder Scrolls Online: Greymoor84

Bethesda rinverdisce il suo ottimo MMORPG in modo da soddisfare la sua fanbase dello zoccolo duro e contemporaneamente attrarre possibilmente anche nuovi utenti.

Un mercato molto competitivo quello di questo tipo di titoli che mantiene con grandi sforzi i propri utenti.

I giochi in grado di fare questo sono sempre meno ma The Elder Scrolls Online è proprio uno di questi.

In questo caso Bethesda decide di puntare tutto sul feeling di nostalgia legato a Skyrim, portando quindi nel suo MMORPG queste atmosfere magiche.
Torneremo quindi nelle lande innevate di Dovakhin e sicuramente anche coloro che non sono molto avvezzi al gioco rimarranno affascinati.

Inizieremo naturalmente scegliendo razza e classe tra le sei disponibili. L’editor è come sempre molto ben dettagliato e vi permetterà di passare tantissimo tempo a personalizzare e dettagliare il nostro personaggio.

Cominceremo poi la nostra avventura con alcuni filmati di pregevolissima fattura che ci introdurranno direttamente nelle ambientazioni di Skyrim. Ci ritroveremo per così dire dispersi ma faremo subito la conoscenza di Fennorian, un vampiro che si è messo alla ricerca di un covo di streghe.

Fin dai primi momenti dell’evasione in cui ci ritroveremo all’inizio sembrerà di essere in un single player invece che in un MMO e questa sensazione la sentiremo per tutto il corso delle trenta ore di avventura.

Bethesda ha scelto questo approccio proprio per favorire i nuovi player e quindi non farli sentire troppo spaesati all’interno di questa avventura.
I nostalgici però potranno riconoscere luoghi e personaggi storici come Blackreach o il Dragon Bridge.

Per quanto concerne la crescita del personaggio le tre stats da tenere sotto controllo sono Magicka, Stamina e Salute che però cresceranno in maniera diversa rispetto a Skyrim e impareremo a padroneggiarla al meglio attorno al ventesimo livello grossomodo.

Ottima l’interfaccia minimale e il comparto grafico regala ancora sprazzi di grandissima qualità, soprattutto nei paesaggi.

Ottima anche la possibilità di unirsi ai vari party in maniera immediata, in modo da affrontare i dungeon in maniera più agevole. I party non sono quindi proibitivi e parecchio aggreganti.

Per ottenere ottime ricompense giornaliere però dovremo necessariamente aggregarci ad altri 3 giocatori, anche per sconfiggere i boss più coriacei.

Greymoor è un titolo inclusivo i tutti i sensi in cui i vecchi appassionati troveranno le familiari ambientazioni di Skyrim mentre i novizi non avranno tantissimi ostacoli sulla loro strada. Ottima anche la community che aiuta tutti a integrarsi al meglio.

Vi terrà impegnati per ore.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI