Terrorarium

by • 03/07/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Terrorarium258

Terrorarium è un gioco che vede gli sforzi uniti di Slitch Media con Games Institute at the University of Waterloo che si basa sul romanzo Sandkings del celebre George R. R. Martin, l’autore del Trono di Spade.

Il presupposto principale è che la distruzione generale è un fattore di divertimento in questo gioco.

Il gioco ha iniziato il suo sviluppo fin dal 2018 e ha tenuto in altissimo conto le opinioni dei vari giocatori e delle community per migliorare il progetto giorno dopo giorno e mostrarlo quotidianamente attraverso i canali social.

Il gioco non è facilmente incasellabile e può rientrare forse più facilmente nei canoni del puzzle game e vestiremo i panni di una donna a capo di una banda di simpatici Moogu che altro non sono che esserini che assomigliano ai funghi e che con la loro simpatia saranno indispensabili per poter superare i vari livelli e gli enigmi che ci verranno proposti di volta in volta.

Il gioco ricorda vagamente quando succede in Pikmin di Nintendo e quindi dovremo comprendere fin da subito le funzioni dei vari Moogu e quali competenze possano avere sul campo di gioco.

I livelli sono facili e immediati e tutto punta al divertimento puro del giocatore. Dovremo avere il controllo immediato sul nostro esercito e lo scopo sarà solo quello di distruggere quanto più possibile.

Le modalità sono due è si differenziano in Quick Play che altro non è che la campagna e il Maker Mode che aumenterà in maniera esponenziale la longevità.

Nella campagna dovremo sempre arrivare ad un portale particolare presente in ogni livello e quindi potremo utilizzare i fidati Moogu sacrificandoli in ogni maniera pur di far giungere il nostro personaggio all’ingresso del portale.

Molto farà il trial and error per sperimentare nuove strategie e quindi provare a raggiungere il portale con il numero di perdite minore possibile.

Più il gioco avanzerà più la difficoltà si farà maggiore e quindi dovremo agire spesso di impulso con dinamiche quasi da action game.

Ci sono tre obiettivi distinti con cui accumulare stelle e quindi incrementare i propri progressi.

Con il Maker Mode dovremo invece sviluppare attraverso l’editor il nostro livello utilizzando tutta una serie di risorse come trappole, burroni, alberi e qualsiasi altro tipo di ostacolo che ci verrà in mente. Tutto per lasciare libero sfogo alla fantasia dei videogiocatori.

Una formula vincente che certamente espanderà di molto il divertimento e lo prolungherà nel tempo.

Un ottimo indie che prende spunto da un titolo di successo come Pikmin e regala al videogiocatore momenti di ilarità all’insegna della distruzione più totale, con tanta ironia.

Il prezzo budget poi e la possibilità di costruirsi i livelli da solo invoglia molto a provarlo.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI