Taitei No Ken

by • 05/10/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)554

Questo manga è tratto da un romanzo di Baku Yumemakura, celebre scrittore di avventura e fantascienza, in cui vediamo sviluppare le vicende di Yorozu Genkurou, un guerriero armato di una spada gigantesca che terrorizza i suoi nemici, girovagando di villaggio in villaggio. Un giorno però, trovandosi in una foresta di notte, a Yorozu pare di intravvedere tra i rami un’astronave aliena luminosissima. Improvvisamente viene attaccato da una serie di ninja che sono alla ricerca spasmodica di tre oggetti mistici, costruiti con un materiale molto speciale. Uno di questi tre oggetti è proprio in possesso del nostro eroe.

Il setting è quello del Giappone del quindicesimo anno dell’era Kan’ei ossia il 1638, ventitré anni dopo la campagna estiva di Osaka.

Yumekamura è celebre al grande pubblico per Ogen no Tsuki wo Taberu Shishi e per il romanzo Garouden. Ha anche vinto per le sue opere i premi Seiun Award e Nihon SF Taisho Award.

I disegni sono affidati all’ottimo artista sud-coreano Dohae, molto realistici, vivi e ricchi di particolari che ricordano molto da vicino quelli visti in Vagabond per esempio o le atmosfere cupe del maestro Tetsuo Hara, in cui il grigio sfumato è a farla da  padrone.

I dialoghi piuttosto lenti e ben sviluppati sono intervallati da lunghe scene di combattimenti mirabilmente rappresentate, dove prevalgono sangue e violenza secondo i gusti dei lettori nipponici di oggi.

Questo manga rappresenta un mix vincente di atmosfere sci-fi e chambara.

L’edizione italiana a cura di J-Pop è impeccabile: prezzo contenuto, stampa perfetta, carta bianchissima e dall’ottima grammatura e sovraccopertina opaca con rilievi lucidi.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI