Sydney Hunter and the Curse of the Mayan

by • 22/11/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Sydney Hunter and the Curse of the Mayan639

Sydney Hunter è protagonista di questo delizioso platform uscito recentemente per Switch. Un gioco piuttosto impegnativo e quindi rivolto ai vecchi appassionati vecchia scuola del genere.

Il gioco ha spiccati elementi da action-adventure e come suggerisce il titolo ha come setting l’esplorazione di un’antica piramide maya ricca di tesori da scoprire ma anche tanti pericoli e tranelli da evitare.

Il gioco è un tuffo nel passato nelle atmosfere a 8 bit con una difficoltà tarata piuttosto verso l’alto, nessuna mappa o backtracking di sorta.
Tutto è molto punitivo dai checkpoint, alle piattaforme ingannevoli, ai mille trabocchetti.

Gli stage sono comunque abbastanza limitati e sono collegati attraverso una sorta di hub di gioco in cui potremo accedere.
Utilizzeremo la nostra fida frusta per farci largo nei livelli e dovremo trovare tutte le varie chiavi colorate in modo da aprire le serrature necessarie a superare i livelli. Con i teschi di cristallo invece apriremo nuovi livelli nell’hub. Dovremo sempre mantenere un numero costante di teschi perché proprio ci serviranno per procedere nei vari livelli.

Potremo anche sfruttare nuove abilità e armi come ad esempio un boomerang o una frusta ancora più potente che ci permetterà di raggiungere piattaforme inaccessibili. Saremo quindi incentivati a rigiocare i livelli più volte in modo da esplorarli in toto e quindi trovare tutto ciò che si potrà reperire.

Il gioco dal punto di vista estetico riprende gli stilemi nostalgici del NES, con una grafica retrò molto accattivante. I livelli sono molto ben strutturati e dettagliati e favoriscono l’esplorazione.

I nostalgici avranno la sensazione di avere di fronte una sorta di Megaman o Metroid con molta più esplorazione. Ottime anche le boss fight in ogni circostanza.

I checkpoint sono posizionati in maniera piuttosto punitiva e nel caso in cui perderemo, rimarremo sguarniti anche di tutto l’inventario. Una curva di apprendimento perciò molto ripida.

Sono presenti anche degli shop lungo la strada in modo da acquistare equipaggiamenti utili come pozioni, chiavi e via discorrendo in modo da recuperare un po’ quanto perso durante le morti improvvise.

Un ottimo action platform con tanti elementi Metroidvania che divertirà parecchio.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI