Submerged: Hidden Depths

by • 22/12/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Submerged: Hidden Depths689

Stadia inizia a scaldare veramente i motori con le sue esclusive e dobbiamo dire che hanno veramente colto nel segno.

Questo Submerged: Hidden depths è un gioco molto rilassante e sui generis di Uppercut Games. Gli sviluppatori hanno preso quanto di buono già visto nel loro primo Submerged del 2015 e hanno deciso di regalarci questo open world dedicato all’esplorazione marina.

Non dovremo né combattere né competere in nessun modo ma semplicemente dovremo limitarci a goderci il viaggio ed esplorare gli splendidi scenari di gioco. Vestiremo i panni di Miku, la protagonista della prima avventura, che assieme al fratello decide di porre fine all’espansione della Massa, ossia una pianta rampicante nera che sta avviluppando tutta la città abbandonata in cui si svolge l’avventura.

Miku è l’unica immune dagli effetti nefasti della pianta ed è in grado di trasformare questo nero rampicante in bellissimi fiori. Toccherà a noi quindi trovare dieci semi sparsi per il mondo di gioco in mdo da sconfiggere questa pianta una volta per tutte.

Cominceremo con un mini tutorial in cui ci verranno presentate le principali dinamiche di gioco e il mondo in cui ci potremo avventurare e quindi da questo momento in poi avremo la massima libertà. Ci verranno indicate una dopo l’altra le posizioni dei vari semi ma saremo liberi di andarcene dove più preferiremo, magari alla caccia di qualche altro oggetto particolare.

Va da sé che quasi tutto il mondo di gioco è sommerso da acque e quindi dovremo sempre muoverci in barca. Una volta che avremo trovato un punto di approdo dovremo ammainare le vele e quindi muoverci a piedi tra le rovine.  Gli oggetti speciali non sono comunque necessari per terminare il gioco. Per orientarci avremo sempre a disposizione una mappa così come un cannocchiale per scorgere gli approdi alla distanza.

Sulla terraferma il gioco assume i contorni di un action avventura alla Tomb Raider in cui dovremo arrampicarci per le varie sporgenze e raggiungere così piattaforme inaccessibili. Cadendo comunque non rischieremo alcun game over, il gioco non è per nulla punitivo. Tra le rovine dovremo anche risolvere qualche puzzle, elemento interessante che spezza l’azione in maniera convincente.

Bella grafica molto colorata, gli effetti dell’acqua e anche le scene di intermezzo. Ottima e rilassante anche la colonna sonora. Grande direzione artistica di fondo quindi. Rilassante e delicato.

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI