Strictly the best vol. 35-36

by • 18/12/2006 • RecensioniComments (0)390

Puntuali come orologi svizzeri, quelli della Vp Records, come da consuetudine, hanno pubblicato le nuove compilation Strictly The Best. E ce n’è proprio per tutti i gusti, dal Roots alla Dancehall fino al Lover’s Rock. Strictly The Best è una vera e propria istituzione per gli amanti del reggae perché offre una ottima carrellata del meglio del genere negli ultimi tempi. Il volume 35 presenta una selezione della migliore Dancehall mentre il volume 36 si concentra sul Roots e sul Lover’s Rock.

Il volume 35 contiene hit come Bounce dei T.O.K. o la orecchiabile All Out di Sean Paul sul riddim di Dem Time Deh. C’è anche l’ultima hit di Tony Matterhorn Good As, che ha letteralmente spopolato in Jamaica. Gli altri nomi coinvolti sono dei più prestigiosi tra cui spiccano Buju Banton con Try Offa You, Bounty Killer con Hunting, Sizzla feat. K-Salaam con Sail On e l’inedito Capleton con Hits Pon Toppa Hits.
Il volume 36 invece è, come già accennato, dedicato ai ritmi più blandi e rilassati del Roots. Qui troviamo il nuovo fenomeno Gyptian con la sua ispirata Beautiful Lady, Richie Spice e la sua Brown Skin, Morgan Heritage che cantano Love You Right o Jah Cure che impressiona in What Will It Take. Sono presenti anche nomi piuttosto sconosciuti ma che promettono molto bene come Tarrus Riley o Roger Robin.

Insomma se volete conoscere il meglio del reggae del momento a 360 gradi queste compilation sono l’acquisto che fanno per voi.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI