Strategic Command World War I

by • 16/12/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Strategic Command World War I217

Il titolo firmato Slitherine e Fury Software è un seguito di un vero e proprio classico del genere.

Sulla scorta del titolo dedicato alla Seconda Guerra Mondiale naturalmente, anche questo titolo utilizza lo stesso motore di gioco anche se il setting in questo caso è la celeberrima guerra del 15-18.
Le differenze in positivo comunque si notano e quindi non si tratterà mai in nessun caso di un dejavù.

I controlli di gioco sono ridotti all’osso e con un semplice click destro sulle varie unità avremo a disposizione un menù completo sulle azioni che potremo eseguire.

Potremo scegliere se interagire con una singola unità oppure più semplicemente oppure con un intero gruppo, sotto il controllo magari di un quartier generale.

In ogni caso per aiutarvi ci sarà sempre il manuale di gioco che spiegherà in maniera dettagliata ogni dinamica su cui magari potremo avere dei dubbi in proposito.

Tutto è molto intuitivo anche se forse la parte più difficoltosa è quella legata alle risorse e alla loro gestione e trasporto su terreni impervi che vi creeranno più di un grattacapo. Dovremo sempre catturare aree di rifornimento o snodi cruciali per avere la meglio sui vari nemici. Potremo anche bloccare i convogli rifornimento nemici così da bloccare i mezzi di sostentamento degli avversari.

Il gioco comunque in linea di massima lascia parecchia libertà di movimento e di azione in generale. In un turno potremo compiere parecchie mosse. Avremo a disposizione naturalmente dei punti azione con cui potremo muovere la fanteria e se lo vorremo attaccare naturalmente.

Il comportamento di gioco è quindi tipico delle battaglie della Prima Guerra Mondiale con attacchi costanti, ritirate e avanzamenti lenti con un logorante combattimento nelle trincee. In questo caso anche l’artiglieria avrà un peso preponderante nel successo di alcune battaglie.

L’importante è avere sempre un alto tasso di pazienza. Ogni unità ha dei punti forza che naturalmente andranno a decrementare nel caso di combattimenti o semplici scontri.

Grande importanza hanno anche i punti di produzione militare che dovremo accumulare in grande numero per poter essere efficienti dal punto di vista militare e quindi accumulare le nostre unità in grande numero. Per produrre ad esempio carri armati o zeppelin dovremo necessariamente possedere alcune miniere, fabbriche di un certo tipo e ferrovie estese per un determinato territorio nel caso in cui vorremo essere competitivi con gli altri.

Tali punti di militarizzazione saranno utili anche per creare un’alleanza con altre forze in campo.

La politica estera ha un peso importante nel gioco dato che compariranno alcuni pop-up come decidere immediatamente se aiutare un paese piuttosto che un altro  e quindi questo poi andrà ad influenzare l’assetto del gioco in maniera globale.

Si vince quando la morale del nostro avversario raggiungerà lo zero e quindi avremo un’egemonia totale in campo territoriale, politico e militare.

La campagna ha tre scenari differenti e quindi molto tempo da dedicare.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI