Speciale Namco Bandai

by • 30/01/2016 • Rubriche, The Game VaultComments (0)266

Namco Bandai ci propone una scelta di nuovi titoli come sempre basati su grandi franchise che vengono trasposti in formato videoludico, per la gioia degli appassionati di tali serie. Vediamo assieme nel dettaglio di cosa si tratta.

namco

Adventure Time Finn e Jake Detective

jake

La fortunata serie targata Cartoon Network ritorna su tutte le console con i suoi due simpatici e strampalati protagonisti, ossia Finn e Jake, questa volta in veste di detective.

La serie ha già cinque anni sulle spalle e in Italia è arrivata nel 2011. I titoli dedicati a Finn e Jake sono quindi stati moltissimi. Questa versione dedicata ai detective è uscita praticamente per tutte le console, sia old gen che new gen, per permettere quindi a un pubblico quanto più vasto possibile di provare il titolo.

Potremo quindi vivere una sorta di cinque puntate della serie in formato interattivo. In questo universo molto fantasioso e sui generis dovremo, come è facilmente intuibile dal titolo, risolvere vari enigmi, indagare e quindi interrogare anche vari personaggi. L’impostazione di gameplay è quindi quella tipica da avventura grafica.

Il gioco è stato realizzato dai Vicious Cycle Software e il pubblico di riferimento è piuttosto giovane, ossia di coloro che amano il cartoon. Ecco perché gli enigmi sono tutti piuttosto semplici e mai troppo impegnativi o complicati.

jake 2

Tra le altre cose dovremo indagare sulla sparizione dei Dolcibotti a Dolcilandia oppure aiutare il re Ghiaccio a terminare il colpo di stato della principessa dello Spazio Bitorzolo. Sono state inserite anche delle sessioni di combattimento all’interno di arene contro numerosi nemici.

Dal punto di vista tecnico il titolo è uguale alla serie e quindi non troverete molte sorprese dal punto di vista grafico. I personaggi e le loro animazioni si comportano esattamente come in televisione. Le ambientazioni sono varie, le scelte cromatiche sempre azzeccate e la fluidità che non ha mai incertezze di nessun tipo. Anche il sonoro è preso esattamente dalla serie animata.

Dedicato ai fan

Voto: 7

Tales of Zestiria

zestiria

Tales of Zestiria è un po’ il sunto della celebre serie Tales che ne celebra il ventennale.

Lo storico producer Hideo Baba ha creato questo titolo ripescando esperienze e risultati di venti anni di produzioni praticamente. E proprio in questo modo si è voluto dare vita a un ripercorrimento dei momenti salienti della serie.

Sorey e Mikleo sono due grandi amici con la passione per la archeologia. Grazie a un antico manoscritto esplorano varie cripte e rovine in cerca di tesori. Durante le loro scorribande incontrano un cavaliere ferito, Alisha, che viene portata al loro villaggio per essere curato. Mikleo è un serafino, quindi uno spirito mentre Sorey è un umano.

Sorey assumerà la figura di una sorta di Redentore e quindi a differenza dei precedenti titoli l’eroe non assumerà figure da vincitore alla fine ma già all’inizio avrà caratteristiche di eroicità molto spiccate. Il gioco quindi è una metafora della spiritualità vissuta nel mondo reale.

I dialoghi sono sempre molto frizzanti e questo quindi ribalta gli schemi classici della serie. In questo aiuta molto la ottima localizzazione in italiano che manterrà i dialoghi sempre molto piacevoli da seguire, comprese le varie cutscene che ci regaleranno vari dettagli sulla serie.

zestiria 2

Altre novità includono i combattimenti. Infatti la telecamera inquadra il personaggio alle spalle e ne inquadra i movimenti su un campo di battaglia su cui ci siamo ritrovati quasi casualmente. La zona di esplorazione infatti diventa il teatro di battaglia e questo passaggio è un autentico piacere per gli occhi.

I punti magia poi sono stati rimpiazzati dalla cosiddetta Catena Spiritica e che quindi attinge sia dalle arti marziali che dalle arti spiritiche. Potremo realizzare quindi delle vere e proprie combo di colpi normali e attacchi magici. Con la barra esplosiva piena poi potremo addirittura prolungare le varie combo. Potremo fare affidamento anche sull’Armatizzazione per fondere umani e cherubini.

L’equipaggiamento invece è strettamente connesso alle abilità passiva di ogni personaggio. Con le rune incise infatti potremo attivare dei poteri speciali ulteriori che daranno grande forza aggiuntiva al personaggio. Le mappe poi sono realmente immense e l’aspetto grafico gratifica gli occhi grazie all’aspetto della next gen. Grandiosa anche la colonna sonora dal tono parecchio maestoso.

Voto: 8.5

Saint Seiya Soldiers’ Soul

saint

I vecchi cavalieri dello zodiaco tornano sui nostri schermi con questa nuova trasposizione basata sul nuovo spin off Soul of Gold , con i Gold Saint vestiti di potenti di God Cloth.

Soldiers’ Soul è il picchiaduro diretto seguito di Brave Soldiers uscito qualche tempo fa per Playstation 3. Ritroveremo in questo caso quindi sia la saga di Soul of Gold che quella di Asgard. Ci dovremo quindi avventurare con Seiya e i suoi gold knights nelle lande del nord per sconfiggere i God Warrior che proteggono Hilda e l’anello dei Nibelunghi che rende malvagi chiunque ne entri in possesso.

Il gameplay è del tutto simile a quanto visto in Brave Soldiers. Le novità però non sono poche, a cominciare dal roster molto ampliato che include tutti i guerrieri di Asgard, i Gold Saint con le loro armature scintillati e la stessa Hilda di Polaris.

saint 2

Il tutto è stato bilanciato, soprattutto nel caso delle schivate e il teletrasporto che è stato nettamente limitato rispetto al passato. Migliorate anche le cutscene che sono state realizzate con estrema cura.

Il comparto grafico vede una grafica di stampo classico con 60 frame per secondo nelle versioni più evolute e un doppiaggio eccellente in giapponese con tutti i doppiatori originali così come delle musiche originali remixate in maniera brillante. Grandiosa la longevità inoltre, grazie alla possibilità di giocare ben quattro saghe e i contenuti da sbloccare e le varie memorabilia da ottenere in base ai risultati sul campo.

Un grande passo avanti rispetto al passato che farà la felicità di tutti gli appassionati dell’anime e della saga in generale.

Voto: 7

Kung Fu Panda Showdown of Legendary Legends

kung fu

Kung Fu Panda è un film che ha riscosso grande successo in tutte le sue incarnazioni, inclusi i videogiochi. È stato rilasciato Showdown of Legendary Legends che è un picchiaduro a incontri vecchia scuola e che farà molto piacere agli appassionati di picchiaduro in genere.

Il gioco poi è ancora più interessante dato che prende diretta ispirazione da Smash Bros. Sono presenti infatti doppi salti, esclusioni dallo schermo e un roster molto variegato basato sulle pellicole di Kung Fu Panda.

Ottimo il sistema di controllo per un gameplay piuttosto frenetico. Il roster poi dei vari personaggi è molto ben particolareggiato poiché ogni membro ha le proprie specificità e quindi qualcuno sarà più forte ma lento, altri veloci e altri ancora potranno volare per qualche momento.

kungfu3

La grafica è sbalorditiva per un gioco di questo genere e infatti rimarrete piacevolmente  sorpresi dal livello di particolari che hanno i personaggi. In totale il roster è composto da 20 personaggi diversi quindi la varietà è garantita.

Le arene sono invece dodici quindi con un buon level design. Nelle modalità disponibili potremo soprattutto affrontare indiavolati tornei con fino a quattro giocatori scontrarsi contemporaneamente.

Un buon titolo che vi farà passare più di qualche ora in compagnia dei vostri amici

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI