Speciale Capcom

by • 12/09/2017 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Speciale Capcom15

I sempreverdi franchise targati Capcom ritornano sui nostri schermi in vesti nuove di zecca pronti per far divertire gli appassionati del brand ma anche per conquistare i giocatori più giovani. Vediamo di cosa si tratta nel dettaglio.

MEGA MAN LEGACY COLLECTION 2

Qualche tempo fa, sull’onda della nostalgia che sempre più prepotentemente si sta facendo strada nel mondo dei videogiochi, Capcom ha pubblicato la prima raccolta con i primi sei capitoli dedicati a Mega Man. Un vero e proprio successo di critica e di pubblico. Proprio per questo motivo ecco arrivare anche la seconda raccolta con i titoli che vanno dal settimo al decimo episodio.
Un’ottima occasione per divertirsi con il robottino e per scoprire fino in fono la sua longevissima saga. Il titolo nacque su NES nel 1987 e ha collezionato quasi cento titoli diversi tra saga principale e spin off. In termini di gameplay, per chi non lo sapesse, si tratta di un platform con molti spunti action in cui precisione e pazienza devono essere le regole principali da seguire per il successo, soprattutto nel caso delle boss fights.
Anche nel caso di questa collection la difficoltà è rimasta intatta  e quindi il livello di sfida non è da tutti. Potremo cimentarci nel dettaglio con Megaman 7, Megaman 8 che usciì per Playstation e Saturn, e i capitoli digitali che conclusero la serie Megaman 9 e Megaman 10, quest’ultimo risalente a sette anni fa.

Il meglio realizzato è forse il settimo capitolo che già all’epoca colpì per la grande cura profusa nel level design.  La difficoltà è comunque molto più elevata rispetto al decimo capitolo dove tutto scorre senza eccessivi problemi. Il nono capitolo rappresenta anch’esso un vero e proprio tuffo nel passato dopo undici anni da Megaman 8. Si è perfino ritornato alla grafica 8 bit di Nessiana memoria.
Dal punto di vista tecnico gli sviluppatori hanno fatto un lavoro eccellente e ricorda quanto visto nella prima collection ad opera dei Digital Eclipse.
Ottimi anche i controlli che sono sempre estremamente responsivi, elemento fondamentale in un gioco rapido e difficile come questo. Potremo anche questa volta utilizzare il fuco rapido e con i dorsali aprire i vari menù per salvare la partita.
Il gioco rimane quindi fedele a se stesso e non fa altro che regalare quello stesso feeling di dieci anni fa e quindi i videogiocatori più giovani saranno in grado di riprovare quelle emozioni sulle nuove console.
L’esperimento della prima collection ha fatto scuola e anche questa seconda è un autentico successo. Ci auguriamo che la casa giapponese possa riportare in auge in questo modo molti altri dei suoi brand, magari con qualche contenuto extra in più.

Voto: 8

RESIDENT EVIL REVELATIONS

Revelations è un gioco che è uscito per console portatile che poi è stato convertito per console casalinghe e successivamente rimasterizzato per varie generazioni di hardware successive.
La storia vede Jill Valentine e Chris Redfield di nuovo insieme come il primo capitolo, capolavoro indiscusso del genere. I due però sono coadiuvati da compagni nuovi di zecca e quindi al fianco di Jill possiamo trovare l’agente BSAA Parker Luciani mentre Chris si accompagna a Jessica Sherawat.
Le storie procedono quindi in parallelo e il gioco cambierà in maniera automatica passando dall’uno all’altro protagonista. Non c’è spazio per la coop anche se i personaggi spesso si incontreranno ma voi controllerete sempre e solo o l’uno o l’altro.
Il gameplay ricorda quello del quarto capitolo con un’attenzione particolare all’azione ma anche con qualche capatina nel mondo del survival, dato che le munizioni saranno sempre scarse. Dovremo anche esplorare molto e risolvere alcuni enigmi ambientali. La visuale è comunque sempre quella classica a tre quarti alle spalle del protagonista.

La vera novità sta nel fatto che potremo sparare e muoverci contemporaneamente anche se potremo in ogni caso scegliere quattro posture diverse oltre alle maneggevoli Shooter.
Ottime le ambientazioni, cariche di dettagli e effetti che potremo scandagliare in lungo e in largo con lo scanner, in modo sia da analizzare i nemici che trovare erbe curative e munizioni.
La campagna single player dura circa dieci ore mentre in Raid potremo divertirci sia in singolo che co-op, una modalità che riflette molto da vicino quanto visto in Mercenari. In essa gli stage sono corti ma zeppi di nemici e quindi dovremo riuscire a ottenere punteggi sempre migliori in modo da guadagnare nuovi pezzi di equipaggiamento per poter migliorare ancora.
Migliorate in generale le textures e i caricamenti sono stati resi più veloci e inseriti tutti i contenuti aggiuntivi. Una buona offerta senza dubbio.
Acquisto obbligato su Ps4 nel caso in cui abbiate perso le precedenti edizioni.

Voto: 8.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI