Soulvillians

by • 18/05/2006 • RecensioniComments (0)928

Annunciata per lo scorso autunno e uscita solo a metà aprile ecco "Soulvillians", prima uscita ufficiale di Soulville, etichetta indipendente nata lo scorso anno da un idea di Tony Fine, Kboard e Tormento. 60 minuti di musica in cui ogni membro della crew si presenta, e se l'idea di partenza era quella di una normale compilation il risultato finale sfocia in un vero e proprio disco, coerente e compatto dall'inizio alla fine nonostante la molteplicità delle soluzioni musicali proposte. Abbiamo quindi Tony Fine, Yoshi, Ghemon Scienz, Kosmisky e Kafone al mic, Kboard e Young Donuts ai beats, i Soulvilladelics come band, Al Castellana in veste di soulman e qualche ospite esterno.

Una cosa salta subito all'orecchio, il gran lavoro fatto dietro le quinte per dare un'impronta ben precisa al suono. Negare l'influenza di artisti come Jay Dee, The Roots o ATCQ sarebbe ridicolo, ma altrettanto ridicolo sarebbe affermare che c'è solo quello! Siamo di fronte a dei professionisti della musica, gente che sa come trattare un pezzo e ciò lo si nota innanzitutto nella meticolosa cura dei dettagli. Kboard e Donuts producono alla grande la maggior parte delle tracks: il primo ci mette tutta la sua esperienza nel forgiare beats dall'efficace retro gusto old school, il secondo raccoglie l'insegnamento di J Dilla rapportandolo ad una dimensione personale, e se si tiene conto che questo ragazzo di San Giovanni Rotondo ha solo 20 anni in futuro ne vedremo sicuramente delle belle. Un altro aspetto importante da segnalare è l'efficacia dei ritornelli; nel rap, soprattutto in questo tipo di rap, un hook azzeccato può esser decisivo, "Soulvillians" è pieno di motivetti orecchiabili, di quelli che non puoi fare a meno di canticchiare mentalmente.

La prima parte del disco è ottima, le prime quattro tracce addirittura perfette: "Soul Pusher" del grande Al Castellana è una sorta di manifesto di Soulville; "Fuoritempo" di Tony Fine con Souldavid e Frank Siciliano al beat non sfigurerebbe in qualsiasi palinsesto radiofonico; "Visioni" di Ghemon Scienz è l'esempio lampante di come anche il rap italiano possa suonare credibile e poetico al tempo stesso; "Che Mi Dici" degli Hi Fi è una delle migliori cose mai fatte dal gruppo pugliese.

Ovviamente non tutti i rappers sono sullo stesso livello e la compilation nella seconda parte cala un po', Kafone e Kosmisky non sono certo due mc's dalla tecnica all'avanguardia ed entrambi cercano di sopperire alle loro lacune con una buona dose d'ironia, il primo ci riesce appieno in "Mondo Di Ladri" ma suona stucchevole in "Domani", il secondo si lascia andare ad un populismo un po' troppo inflazionato e nonostante due ottime produzioni di Kboard sia "Vivi" che "Se Tu Ci Sei" non convincono appieno. L'osservato speciale è comunque Tormento, l'elemento di maggiore esperienza della crew. L'ex-Sottotono lascia i buoni sentimenti e l'attitudine soul sul suo "Diario" e scarica violentemente tutta la sua rabbia in "Bombami" e "Chocoyoshi", quest'ultima prodotta magistralmente da Dj Mike, al momento uno dei migliori turntablist dello stivale.

Il capolavoro è "Il Pezzo Rap", e attenzione, il termine capolavoro qui non è affatto usato a sproposito. Eccezionale boom bap di Little Tony Negri, due ottime sixteen di Ghemon Scienz e chiusura di Mistaman, che con una sorta di meta-rap genialoide quanto divertente segna la sua migliore strofa di sempre ("occhio alla sintassi che se invertiresti il congiuntivo col condizionale poi può darsi che sbagliassi"). Un pezzo che parodizza i clichè e gioca col concetto di "educazione ed intrattenimento" portandolo contemporaneamente ad un livello superiore. Ad oggi uno momenti più alti dell'hip hop italiano nel 2006.

Se il buongiorno si vede dal mattino Soulville ci regalerà pagine e pagine di buona musica, nel frattempo "Soulvillians" è un prodotto pienamente godibile, divertente e fresco anche nei momenti non perfettamente a fuoco e caratterizzato dall'entusiasmo e dalla professionalità di questi musicisti dell'hip hop.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI