SoulEst 01

by • 08/08/2002 • RecensioniComments (0)536

Compilaion di presentazione della nuova etichetta fondata da Al Castellana, "SoulEst" rappresenta sia una scelta musicale ben definita (il soul), che una localizzazione geografica (la sede dell'etichetta, infatti, è a Trieste, la città di Castellana).

Il cd, decisamente molto curato, sia dal punto di vista musicale che grafico, ospita brani di tutti gli artisti che gravitano attorno all'etichetta, da El Nero a Sab Sista passando per Nesly Rice ed i tre Basleys…

Se vi piace il soul, questo disco non potrà non piacervi, ottimi brani cantati, sia in italiano che in inglese, musiche sempre adatte a sottolineare le voci, testi interessanti, benché personalmente non ami i testi d'amore troppo sdolcinati, tipici dell'R'n'b, e del nu-soul…

Ottima la partecipazione strettamente rap di Basleyclick e Nesly, con il pezzo "Si può": dopo un anno di silenzio un'ottima sorpresa. Fuori dallo schema, invece, il pezzo degli Amari ("Cinico settembre"), che si confermano uno dei gruppi più "strani" (avrei voluto scrivere innovativi, ma mi rendo conto che il loro stile può non piacere…) del panorama musicale italiano.

Tra i miei preferiti, il pezzo di Trabant, "Satelliti", quello con Blues Etc ("un amico +32/20 blues") ed il già citato "si può, si può" (Basleyclick e Nesly Rice).

Non sappiamo molto riguardo la distribuzione né il prezzo di questo cd, anche se voci non confermate lo dicono di difficile reperibilità. Se siete interessati a saperne di più, sia sul progetto che sulle possibilità di acquisto, il mio consiglio è di contattare direttamente l'etichetta all'indirizzo www.soulest.com. Il cd è inoltre in vendita sul sito www.dischivolanti.ch.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI