Solar ricomincia da Jazzmatazz, gli eredi di Guru pronti a dare battaglia

by • 13/04/2012 • NewsComments (0)796

Guru è prematuramente scomparso nella primavera del 2010, lasciando un vuoto incolmabile e un grande sgomento nei fan. Ad amareggiare il pubblico è stata anche la situazione surreale che si è venuta a creare dopo la sua morte: è infatti apparso subito chiaro a tutti che Solar, suo produttore e socio negli ultimi anni, aveva manipolato le cose a proprio favore, allontanando il rapper dalla famiglia e dall’amico di sempre Premier, sfruttando la sua malattia e producendo dei documenti di dubbia provenienza per ottenere dei vantaggi anche sul suo lascito economico e artistico. Già due anni fa gli eredi legittimi avevano dichiarato che avrebbero fatto tutto ciò che era in loro potere per estromettere questo losco personaggio dalle questioni inerenti a Guru, e avevano chiesto ai fan di prendere in considerazione solo gli eventi, le commemorazioni e le iniziative promosse dalla famiglia Elam.

A ventiquattro mesi di distanza, a livello legale la situazione è ancora piuttosto fumosa: non si sa chi abbia il diritto di usare il nome di Guru e chi no. Quello che appare certo, però, è che Solar, che finora aveva mantenuto un basso profilo per evitare gli attacchi dei media e del pubblico, ha deciso di tornare. E lo fa in occasione del ventennale dello storico progetto Jazzmatazz: ha infatti dichiarato che ha intenzione di mettere insieme una band e di partire per un tour commemorativo (parte dei membri arrivano dai Living Colour, band alternative rock dalle sonorità tra il metal e il punk). Solar ha raccontato che finora aveva preferito non imbarcarsi in nuove avventure artistiche perché “Dovevo rimettere insieme i pezzi, ero devastato. Perdere Guru è stata una tragedia enorme da affrontare, ma ora sono pronto ad andare avanti”.

“Per me Jazzmatazz è un mix di musica e cultura, e riportare il progetto in tour è un modo per onorare Guru” ha dichiarato Solar. “Lui ci sta sorridendo da lassù, all’idea che tutto questo stia per succedere di nuovo. All’inizio Jazzmatazz era una creatura esclusivamente di Guru, ma da quando l’ho conosciuto e sono subentrato, è diventato l’orgoglio e la gioia di entrambi. Porterò avanti l’eredità di Guru e spero in questo modo di rallegrare anche i fan, che sicuramente si chiedevano che fine avrebbe fatto questo progetto dopo la sua scomparsa”. Inutile dire che i fan, così come i familiari, sono in realtà sul piede di guerra all’idea che il discusso (e discutibile) producer utilizzi nuovamente il nome del compianto rapper per tornare al centro della scena.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI