Skarra Mucci: l’intervista

by • 02/05/2018 • IntervisteCommenti disabilitati su Skarra Mucci: l’intervista313

Skarra Mucci è uno degli artisti di Giamaica più prolifici e apprezzati negli ultimi anni. Le sue canzoni sono ascoltate in tutto il mondo, tanto da essere reduce da un lunghissimo tour in Asia che lo ha portato via da casa per mesi. Il suo album Skarra Mucci and the One Love Family è appena uscito e noi lo abbiamo intervistato di passaggio a Parigi.

Haile Anbessa: parlaci dei tuo inizi con Harry J…
Skarra Mucci: Harry J è stato uno dei più famosi produttori di Giamaica e il suo studio aveva il primo registratore a sedici tracce al mondo a quel tempo. Perfino i Beatles e i Rolling Stones hanno registrato lì.
Ho avuto la fortuna di avere l’opportunità a soli nove anni di registrare il mio primo singolo con un’etichetta così affermata e uno studio di alta qualità. Non posso che essere sempre grato a Harry J in persona per quel grande inizio.

H.A.: cosa rappresenta artisticamente per te l’Europa?
S.M.: l’Europa rappresenta le mie fondamenta. Sono Reggae, Raggamuffin e questi generi sono vivi in Europa, quindi mi sento a casa artisticamente. Grazie, Europa

H.A.: sei appena tornato da un tour asiatico che ha toccato l’India, il Nepa, la Cinal e la Thailandia. Parlaci di quell’esperienza e di come il pubblico ha reagito alla tua musica.
S.M.: la reazione al Reggae è sempre positiva in ogni parte del mondo. Ho avuto una meravigliosa esperienza mescolata con un impegno non indifferente che però abbiamo portato a termine con passione. Si sono tutti divertiti così tanto che penso proprio che tornerò presto in un tour ancora più grande.
Il tour in Thailandia è stato pazzesco, abbiamo girato tutto il paese in 5 settimane. L’India è stata incredibile e le vibrazioni che abbiamo avuto nelle diverse città sono state una vera e propria benedizione. Devo dire però che la migliore accoglienza mi è stata riservata in Nepal. Sono venuti  dalla tv nazionale al mio spettacolo e mi hanno confermato che sono stato il primo artista solista giamaicano che ha suona nel paese.
L’ultima tappa, ma non meno importante, è stata la Cina ed è stata un’esperienza incredibile. Là conoscono tutte le mie canzoni e i miei successi.
Grazie quindi a tutti gli asiatici per amare me e la nostra leggenda nazionale Bob Marley.

H.A.: cosa ne pensi quindi della situazione del reggae in tutto il mondo?
S.M.: il reggae è dappertutto ed è visto come una musica di unità, di amore e di vibrazioni positive per rafforzare la nostra razza umana e incoraggiare la solidarietà come un unico popolo.

H.A.: cosa ti ha impressionato di più nel tuo viaggio musicale?
S.M.: che il mondo sia in unità quando viene suonata la musica e che tutti i tipi di persone provenienti da ogni dove possono ballare in modo diverso sullo stesso ritmo in un’atmosfera pacifica di felicità.

H.A.: quali sono le tue più grandi ispirazioni musicali?
S.M.: Nina Simone, Bob Marley. Otis Redding, Yellowman e molti altri.

H.A.: con chi ti piacerebbe realizzare un featuring?
S.M.: Sting, Eddie Murphy, John Legend, Johnny Osbourne, Carlton Livingston, Major Lazer, Bounty Killer, Gentleman, Genius, Manu Digital.

H.A.: il tuo nuovo disco, come lo descriveresti?
S.M.: un album reggae perfetto mio e della mia famiglia musicale con una grande varietà e grandi talenti per farne l’album definitivo. Un lavoro nato anche grazie alla mia etichetta Undisputed Records che mi hanno supportato dalla traccia 1 alla 15.

H.A.: come hai coinvolto così tanti nomi nel progetto?
S.M.: è così che una vera famiglia funziona dato che ci si è sempre gli uni per gli altri in qualsiasi momento. Questo è l’amorevole fondamento di ogni cosa e il reggae è la musica d’amore per eccellenza, quindi è stato molto facile.
Grazie a tutta la famiglia di produttori, artisti, ingegneri e giornalisti. Siamo tutti una grande famiglia!

H.A.: prossimi progetti?
S.M: attendetevi una prossima sorpresa a febbraio 2019. Un grande progetto e prima del prossimo settembre un nuovo singolo su vinile.
Siamo una famiglia e siamo tutto ciò che abbiamo. Rimaniamo concentrati e impariamo ad amare se stessi in ogni modo in cui impareremo ad amare gli altri, con gentilezza e onestà. Skarra vi ama tutti come una grande famiglia.
#OneLoveFamily
Bless

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI