Silence

by • 16/04/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Silence199

Daedalic ha deciso di realizzare un’avventura in cui la trama ha un peso preponderante rispetto agli altri elementi di gioco.
Nel gioco vestiremo i panni di Noah, ossia il protagonista di The Whispered World che si risveglia alla fine dell’avventura del precedente capitolo dopo essere riuscito a distruggere tutto come il pagliaccio Sadwick. A dargli una mano anche la sorella Renie con i suoi racconti che hanno dato speranza al fratello nel corso della sua avventura.

I due si ritrovano qui dopo un’esplosione che colpisce il bunker in cui si trovano. Proprio qui fanno la conoscenza di Spot che è un bruco che può cambiare forma a piacimento e darà loro una grossa mano.

Il regno di Silence è dominato da una regina malvagia che ha diramato i suoi cercatori che stanno eliminando tutti i dissidenti. Dovremo quindi unirci alla resistenza e tentare di frantumare lo specchio all’interno della stanza del trono in modo da porre fine al dominio di terrore della regina.

Il gioco ha un gameplay quasi da avventura grafica e quindi gli enigmi con oggetti avranno una risoluzione piuttosto subitanea e istintiva. Dovremo cliccare in maniera corretta nei punti interattivi.

Il gioco non è mai frustrante dato che per facilitare le cose potremo anche attivare con un solo tasto tutti i punti interattivi e quindi sapere esattamente dove interagire.

Il mondo di gioco è molto ben strutturato popolato di creature mitologiche affascinanti. Il mondo di gioco rappresenta quindi uno dei fiori all’occhiello della produzione. Le ambientazioni sono ricche di dettagli e tutte molto affascinanti. Il tutto in tre dimensioni. L’ambientazione è quella di un fantasy di chiara matrice nordica.

Tutto si gioca con il contrasto tra realtà e fantasia e il rapporto tra i due fratelli + al centro dell’intera vicenda.  Ottima la colonna sonora a sottolineare i momenti più topici nelle sequenze tra i due fratelli.
Il gameplay risplende maggiormente dal terzo capitolo in poi, da quando la collaborazione tra i due protagonisti diventa sempre più fattiva e necessaria.

I finali disponibili sono due in totale che potranno essere sbloccati ricaricando dopo il finale l’ultimo salvataggio e quindi optare per scelte opposte alle precedenti in modo da scoprirne i risvolti ulteriori.

Una splendida avventura narrativa che pone Daedalic come la degna erede di un genere che rischia di scomparire. La storia è emozionante e i puzzle sono mai troppo frustranti. La longevità anche non è male per un gioco del genere dato che si attesta attorno alle 6 o 7 ore.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI