Sfera Ebbasta escluso The Voice per i fatti di Corinaldo?

by • 22/02/2019 • Copertina, NewsCommenti disabilitati su Sfera Ebbasta escluso The Voice per i fatti di Corinaldo?677

La notizia sta rimbalzando da giorni, ma soltanto oggi ha trovato conferma nelle parole del direttore di Rai2, Carlo Freccero, e la vicenda promette di fare discutere ancora molto a lungo. Ma facciamo un passo indietro, riassumendola per chi non è pratico di faccende televisive. Dopo diversi anni di stop, la Rai aveva deciso di rimettere in produzione il talent show The Voice, con l’intenzione di svecchiarlo e di attirare un pubblico più giovane. Proprio per questo motivo, la tv pubblica aveva chiuso le trattative con un cast di giudici decisamente all’avanguardia (almeno rispetto agli anni precedenti, in cui sulle poltrone dei coach si erano alternate personalità del calibro, e dell’età, di Raffaella Carrà, Al Bano, Riccardo Cocciante, Noemi, J-Ax, Piero Pelù, Francesco Renga e tanti altri): il cast che era trapelato, infatti, vedeva protagonisti Sfera Ebbasta, Gué Pequeno, Elettra Lamborghini e Morgan. Simona Ventura era invece stata confermata come conduttrice del programma. (Continua dopo la foto)

Purtroppo, però, almeno per il primo della lista l’ingaggio è sfumato all’ultimo momento: secondo voci di corridoio sarebbe stato l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, a decidere di non approvare il suo contratto in quanto poco rispettoso nei confronti dei parenti delle vittime di Corinaldo, che hanno perso la vita qualche mese fa nella calca in attesa di una sua apparizione in discoteca: “La contrarietà di Salini sulla scelta di Sfera Ebbasta sarebbe da ricercare nelle polemiche di alcuni parenti delle vittime della tragedia nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo che hanno rivolto dure critiche nei confronti del trapper”, scrive l’aggiornatissimo TvBlog. Sempre secondo TvBlog e Dagospia, addirittura l’AD era pronto a cancellare il programma, se si fosse insistito a voler avere per forza Sfera nel cast. Sfera Ebbasta e il suo entourage, lo ricordiamo, non sono in alcun modo responsabili (penalmente o moralmente) di quello che è successo a Corinaldo, di cui risponderanno i gestori del locale in sede processuale. Ma ovviamente il tribunale dell’opinione pubblica è, purtroppo, sempre stato spaccato in due rispetto alla questione.

Oggi sono arrivate le prime dichiarazioni di Carlo Freccero, che aveva fortemente voluto Sfera e spiega la questione così: “L’idea era di cercare un giuria contemporanea ai gusti di questo tipo di pubblico. Consapevole che l’alone della strage inevitabilmente pesasse ancora su Sfera, mi sono soltanto chiesto se ci fossero pendenze giudiziarie a suo carico. Avendo avuto garanzia che non c’erano problemi legali, ho dato il mio via libera. Salini era occupato con Sanremo. Quando è arrivata alla sua attenzione la formalizzazione del contratto, la risposta è stata negativa”. Sempre per Freccero, inoltre, a destare perplessità nella Rai sono anche i testi delle sue canzoni. Bizzarro però che non destino perplessità quelli di Gué, che non sono molto più edulcorati dei suoi.

Il problema ulteriore è che, proprio a causa di questo veto su Sfera Ebbasta, anche la società esterna che era incaricata di produrre il format, Freemantle, ha dato forfait per protesta e ora Rai2 si troverebbe non solo senza il giudice designato, ma anche senza la società di produzione designata. Senza contare che, nell’opinione di molti esperti osservatori di faccende televisive, c’è un ulteriore problema: e se la squadra BHMG decidesse di ritirare tutti i suoi giocatori (e quindi anche Gué e la Lamborghini) per solidarietà nei confronti di Sfera? Una cosa è certa: il clash culturale e il gap generazionale tra tv generalista e rap italiano restano sempre difficilmente colmabili.

#AGGIORNAMENTO al 23/02: In seguito alle dichiarazioni rilasciate ieri da Freccero e alle indiscrezioni trapelate su blog e stampa, Shablo – che come tutti sanno è il manager di Sfera, oltre che di Gué Pequeno, Elettra Lamborghini e di tutti gli artisti BHMG – ha rilasciato una dichiarazione che riportiamo qui integralmente:

Non capisco bene cosa sia successo. Ho visto diversi articoli sui quotidiani e sul web che parlano di un problema con Sfera, l’artista che con il suo grande seguito ha conquistato la vetta dei dischi più venduti dell’anno e che con le sue canzoni ha conquistato decine di migliaia di giovani. Ho letto di un “politicamente scorretto in musica” e di una Rai che “non sarebbe pronta”. La stessa Rai che insieme a Fremantle ha confermato la partecipazione di Sfera salvo poi ripensarci con una motivazione pretestuosa e non reale. Resto sorpreso ed amareggiato di fronte a questi atteggiamenti e vedo un solo comportamento “politicamente scorretto”. Mi riservo di prendere quindi i legittimi provvedimenti a tutela dell’artista che rappresento.

In attesa di capire come si muoverà Shablo e se la questione riguarderà anche gli altri artisti BHMG per ora confermati a The Voice, anche l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, ha rilasciato una prima dichiarazione all’Ansa, spiegando l’accaduto dalla sua prospettiva, confermando però implicitamente di aver posto un veto su Sfera Ebbasta:

Freccero sta lavorando molto, l’ho chiamato per un anno per sparigliare le carte di una rete che aveva bisogno di tornare a essere illuminata. Ha idee geniali, quando si prova a fare cose nuove si rischia. Poi bisogna tener sempre presente che siamo servizio pubblico e non cedere alla tentazione di una provocazione fine a se stessa. Su The Voice, appena mi sono stati sottoposti i nomi della giuria, ho posto un tema di opportunità su un giudice, un’osservazione anche di buon senso. Non è politically correct, è servizio pubblico e non è una brutta parola. E’ la nostra mission per cui stiamo qui.
 

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI