Se ti registri per votare, Hillary Clinton ti dà la possibilità di conoscere Pusha-T

by • 29/09/2016 • NewsCommenti disabilitati su Se ti registri per votare, Hillary Clinton ti dà la possibilità di conoscere Pusha-T145

pusha-t-nosetalgia-650-430

Il sistema elettorale americano si basa su premesse diverse rispetto al nostro. Oltre a tutto il meccanismo delle primarie (che ormai abbiamo capito anche noi) e quello dei grandi elettori (che invece noi europei probabilmente non capiremo mai fino in fondo) c’è un’altra sostanziale differenza: per poter votare, bisogna prima essere iscritti in appositi registri. Molte persone non si sono mai registrate in vita loro, specie nei quartieri neri: fino agli anni ’60 c’era un vero e proprio boicottaggio in atto a danno degli elettori afro-americani, che non solo non venivano incoraggiate a registrarsi, ma spesso venivano addirittura osteggiati (per saperne di più date un occhio al film Selma, di cui vi avevamo parlato qui). Ora le cose sono ovviamente cambiate, ma purtroppo l’abitudine di non partecipare attivamente alla vita politica del Paese  (per paura, per noia, perché in famiglia si è sempre fatto così) persiste ancora in molte zone degli Stati Uniti. Le campagne per invertire la tendenza sono molto numerose e originali: alcune mettono in palio dei veri e propri premi per chi si registra.

E’ il caso dell’ultima di Hillary Clinton, che spera di incoraggiare i fan della musica rap a registrarsi con uno stratagemma: tutti coloro che si registreranno (tramite questo sito, ma occhio, bisogna essere cittadini americani!) parteciperanno all’estrazione di una serie di incontri con Pusha-T nel backstage dei suoi concerti: Hillary pagherà volo, vitto e alloggio per i vincitori e per un loro accompagnatore. Pusha è da anni un aperto sostenitore della Clinton, e su Twitter non si è mai risparmiato nel fare attivamente campagna per lei: ovviamente, però, non tutti hanno preso bene questa trovata. Sui social, oltre ai moltissimi fan entusiasti dell’inziativa, fioccano anche gli sfottò per la candidata presidente, e soprattutto le accuse di razzismo e opportunismo. Idea geniale o grande boiata? Ai posteri l’ardua sentenza…

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI