Rullanti distorti

by • 21/07/2004 • RecensioniComments (0)751

Una sera di qualche tempo fa, andai con Leva 57 e Naghe ad una serata a Siderno (in Calabria) dove suonava Turi accompagnato al microfono da Kiave. Questo è stato il mio primo impatto con uno dei protagonisti de "I MIGLIORI COLORI". E' strano, ma non è stato come quando vedi un mc e dici "cazzo, spacca!", sono stato letteralmente rapito dal modo spontaneo e naturale di affrontare la faccenda, dalle indiscutibili capacità, e dal modo umile ma allo stesso tempo massicio di fare rime, e questo mi è sembrato un eccellente biglietto da visita…Ho avuto la fortuna di avere tra le mani una copia della loro tape e poi, una volta acceso lo stereo della macchina ho subito trovato la conferma che questo gruppo di persone ha qualcosa di speciale…

Dopo un sacco di attesa, ecco uscire RULLANTI DISTORTI (anticipato da "Assassinati da orologi" uscito su nastro), un prodotto che si presenta con una grafica minimale (che segue una certa linea in molti prodotti del loro "giro") ma ben fatta ed efficace. Abbiamo Franco (rime e beat), Kiave (rime) e Dj Impro (scratch e beat), con una manciata di featuring: L-Mare, Turi, Ivan, Giga, Zope, Stazio, Erre e Beniamino.

La media dei pezzi è piuttosto elevata, ma la cosa che piu' rende nel disco è l' impatto totale. "Il mio prodotto suona vecchio 98?" bhè, la risposta personalmente è no! Suona ancora piu' vecchio, fa venire in mente cose che col cazzo torneranno piu', come Mecca & Soul Brothers di Pete Rock & CL Smooth, tanto per fare un esempio…Il disco suona molto funkeggiante (Dj Impro sforna una chicca dopo l'altra), con ottimi campioni, arrangiamenti azzeccati e tagli precisi. Si va dalle atmosfere piu' solari a quelle piu' cupe, passando per pezzi piu' morbidi e altri molto ironici.

Ottime le prestazioni al microfono di Kiave e Franco, che trovano l'amalgama "definitiva" quando vengono supportati da Turi & L-Mare (Comandano pacchiani) e Ivan (Identici). Parliamo di gente VERAMENTE in gamba, con un margine di miglioramento enorme, che sarà in grado di dare molto a questa scena che "sta passando un ottimo momento"(?!?) per (spero) molto tempo ancora.

Il giudizio finale non può essere che positivo, per ogni aspetto di questo lavoro.

Supportate questi ragazzi, se lo meritano davvero, si sono autoprodotti, non sono spinti da etichette nè tantomeno dalle pubblicità sulle riviste, ma si guadagnano pienamente l'attenzione del pubblico…

Un disco ben fatto, che entra di diritto nel caricatore cd della mia macchina, in compagnia dei vecchi classici che non si possono scordare…

Registrato e mixato da Franco, masterizzato da Turi.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI