Roy Young- Lodi Festival Blues sabato 9 febbraio

by • 04/02/2008 • NewsComments (0)358

Riceviamo e pubblichiamo:

Presso il Teatro alle Vigne a Lodi, sabato 9 febbraio si esibirà Roy Young.

L'attesissimo ospite finale del festival, che presenterà in anteprima europea il suo album, sarà il nuovo fenomeno soul mondiale: Roy Young. Nato sulle colline jamaicane, in una baracca senza acqua e senza corrente elettrica, all'eta' di 13 anni si trasferisce in Inghilterra, dove conosce il sound di artisti quali Otis Redding, Sam Cooke e molti altri. A 15 anni abbandona la scuola per partire in tour con la sua band. Nel 1969, all'eta' di 20 anni si esibisce per la prima volta in Israele, paese che lo affascina e dove si trasferisce definitivamente. Nel 1980 è messo sotto contratto dalla EMI e realizza un disco che non verrà mai pubblicato, in cui vi è anche la collaborazione di Marvin Gaye, del quale diviene intimo amico fino al giorno della sua tragica morte. Roy continua ad esibirsi dal vivo tra Inghilterra e Israele, finchè due giovani compositori australiani, i fratelli Frankel, riescono a ottenere un appuntamento con lui, per sottoporgli dei brani da interpretare. A loro si aggiunge presto il grande Gil Askey. L'arrangiatore di Curtis Mayfield, Diana Ross & The Supremes, Temptations e Staples Singers rimane talmente colpito da confidare ai due: "Fate attenzione al carattere della sua voce, non c'è nessun altro più come lui in giro". A ottantasei anni suonati Askey arrangia fiati e archi. Terminate le prime registrazioni, i fratelli Frankel trovano porte aperte alla Tommy Boy. Nel 2005 il boss Tom Silverman noleggia i Royal Studios di Memphis e Willie Michell, il leggendario produttore di Al Green, a fare da produttore esecutivo di quello che sarà – finalmente – l'album di debutto di Roy Young. Di nuovo, come 25 anni prima, un nutrito gruppo di musicisti stellari gli fa da contorno: Leroy Hodges, Charles Pitts, Lester Snell, Steve Pots e Preston Shannon, praticamente i maggiori musicisti viventi di Memphis. Sembra incredibile ma oggi, a quasi quarant'anni dagli esordi, Roy Young ha compiuto il suo miracolo incidendo "Memphis". Acclamato dalla critica, l'album si appresta a diventare il punto di riferimento per gli amanti del soul.

www.royyoung.net

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI