Rototom Free

by • 10/05/2010 • NewsComments (0)479

venerdì 2 e sabato 3 luglio un condensato di eventi e concerti a base di
reggae dall’eloquente titolo di “Rototom Free”, nome della canzone
dedicata al Rototom Sunsplash dalla grande star italo-giamaicana
Alborosie. Gratis per tutti, come omaggio per i sedici anni trascorsi in
Friuli: e – a sorpresa – con grandi nomi che assicurano il sostegno al festival affinché possa al più presto
“tornare a casa”. Per i set di richiamo sono già confermati i Sud Sound System, attualmente il principale
gruppo di riferimento di questa scena musicale in Italia; viceversa i dibattiti conteranno su presenze come
quelle di Marco Travaglio e don Andrea Gallo che si confronteranno sulla situazione italiana.
E’ un miniassaggio di ciò che avrebbe potuto essere anche quest’anno la rassegna musicale e culturale che
invece a seguito di quella che l’organizzazione considera una “caccia alle streghe” (procedimenti giudiziari
molto discussi aperti ai danni del presidente Filippo Giunta e del sindaco di Osoppo Luigino Bottoni)
cambierà location trasferendosi nella spagnola Benicassim dal 21 al 28 agosto. Bus, voli e pacchetti
individuali da tutta Europa si stanno organizzando in quella che sarà una vera e propria mobilitazione del
popolo reggae: decine di migliaia di presenze che i flussi turistici quest’anno calcoleranno a beneficio della
Spagna e non del Friuli.
Ma nel primo weekend di luglio, in concomitanza con quello che era il canonico periodo del Sunsplash, il
Rototom non poteva lasciare un vuoto nel cuore di tutti coloro che hanno seguito per un decennio la
manifestazione al Parco del Rivellino. “L’avevamo annunciato nella conferenza stampa di novembre: il
Sunsplash è costretto ad abbandonare l’Italia, ma il Rototom non arretra di un millimetro nella sua battaglia
culturale nel suo paese. Rototom Free, a ingresso rigorosamente gratuito, è un contributo alla crescita
culturale ed economica della nostra terra, ed è un omaggio alla gente che ci ha sempre sostenuto anche nei
momenti più difficili” dichiara l’Ass. Culturale Rototom. Per loro, per il colorato e pacifico universo
multiculturale che si è sempre radunato intorno al festival, si è pensato a un weekend che radunerà insieme
gli aficionados per dare un segnale tangibile che l’esodo spagnolo non è volontario, e che è sempre viva la
speranza che vengano archiviate al più presto, com’è logico e giusto, le indagini che tante polemiche hanno
suscitato e che finora non hanno avuto sviluppi. In tutti questi mesi Rototom ha avuto la solidarietà
trasversale di molti esponenti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo e ha portato il “caso”
Sunsplash all’attenzione dell’opinione pubblica con la campagna “Non processate Bob Marley”, a tutela
della libertà di espressione, che ha coinvolto diverse città italiane, come Roma, Milano, Bologna.
La due giorni sarà organizzata come un piccolo Sunsplash, con palchi per la musica, aree per i dj set e luoghi
adibiti alla ristorazione, alle bancarelle e ai tanti stand delle associazioni che si sono sempre agganciate alla
manifestazione. Niente campeggio, però, anche se si prevede un afflusso davvero notevole in corrispondenza
di questa due giorni di eventi.
Il Rototom Sunsplash nel frattempo in Spagna ha già ricevuto il riconoscimento e il patrocinio della
UNESCO come Evento Emblematico del Decennio Internazionale per una Cultura di Pace e Non
Violenza (ONU – UNESCO dal 2001 al 2010) e come attività connessa di Cultura Sin Fronteras, CSF, e
del Seminario Interdisciplinario Mundial permanente de “La Cultura de Paz y No Violencia”
dell'ONU, ed ha potuto confermare la presenza alla manifestazione della ministra alla cultura ed allo sport
della Jamaica, che verrà accompagnata dagli atleti giamaicani più acclamati in visita a Valencia, prossima
capitale europea dello sport per il 2011.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI