Rapropos: il rapporto tra il rap e la Francia in un libro italiano

by • 21/02/2012 • NewsComments (4)667

Luca Gricinella, giornalista ed esperto di hip hop (attualmente scrive soprattutto per Rumore e Alias del Manifesto) si lancia in un’impresa a dir poco titanica: spiegare il complesso rapporto tra il rap francese e la madrepatria Francia, appunto. Lo fa con il libro Rapropos:  il rap racconta la Francia, in uscita per Agenzia X. Ecco come lo racconta il diretto interessato:

Nel libro si racconta la società francese attraverso il rap. Oltralpe le reazioni della stampa, della politica e della classe media di fronte ai messaggi del rap rivelano per lo più una paura che si muove di pari passo alla popolarità della disciplina musicale dell’hip hop. Popolarità esplosa nei primi anni novanta quando anche in Italia il rap sembrava promettere nell’immediato un destino meno accidentato. Cosa ha determinato il corso differente di queste due scene nazionali? “Rapropos” analizza anche questo aspetto, raccontando il ruolo sociale raggiunto dal rap francese, il suo background culturale e una delle sue caratteristiche principali, strettamente legata all’origine “banlieusard”: l’impegno. In copertina c’è Médine, ma chiaramente nel saggio non mancano Joeystarr, Akhenaton, Booba, Diam’s, Keny Arkana, La Rumeur, Abd Al Malik, Orelsan e tante altre voci hip hop che oltralpe sono molto conosciute e considerate. Sono presenti inoltre tanti personaggi legati in qualche modo al rap ma appartenenti ad altri mondi, da Mathieu Kassovitz a Nicolas Sarkozy passando per Nicolas Anelka. 

Rapropos è in uscita il 14 marzo in tutte le librerie, ma già da questa settimana è possibile acquistarlo presso la sede dell’editore, Agenzia X. Stay tuned per l’intervista all’autore su Hotmc, in arrivo a brevissimo.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI