Primi artisti confermati al Rototom

by • 30/04/2011 • NewsComments (0)690

ARTISTI

Conferme per Main Stage e DubStation

MAIN STAGE
La 18° edizione del festival sarà dedicata a Bob Marley, uno dei padri della musica reggae; in occasione del trentennale della sua morte, saranno moltissimi gli artisti legati a questo grande personaggio
che si esibiranno sul Main Stage.
Il Main Stage, lo ricordiamo, è il palco che ospita le superstar della scena internazionale, i campioni europei, i vincitori del Reggae Contest.Gli mc del festival e i vari cantanti "inna showcase style" intrattengono il pubblico nei cambi palco tra uno show e l'altro.

SHAGGY:
Shaggy è uno degli artisti giamaicani più famosi ed amati al mondo e l'abilità con cui ha saputo portare la sua dancehall ed il suo r&b nei terreni del pop mondiale di alta classifica gli ha fatto conquistare sterminate fasce di pubblico senza comunque perdere una solida credibilità presso gli hardcore reggae fans.
La sua notevole carriera è partita con il successo di 'Oh Carolina' nel 1993 passando attraverso il #1 negli USA di 'Boombastic' nel 1995 ed i sei milioni di copie vendute di 'Hot shot' nel 2000. Il suo ultimo CD 'Intoxication' del 2008 contenente brani ormai classici come 'Church heaten' e 'Bonafide girl' ha ottenuto la nomination al Grammy Award.Shaggy è appena stato premiato negli Stati Uniti con il International Humanitarian Award per le sue varie attività di beneficenza.

BUNNY WAILER:
E' stato la superstar dell'ultima edizione del Rototom Sunsplash in Italia nel 2009 ed il suo incontro con Chris Blackwell alla nostra Reggae University è stato un evento di portata storica. Bunny Wailer ha condiviso la stessa casa e famiglia di Bob Marley in gioventù oltre che la fondazione dei Wailers insieme a Bob e Peter Tosh: il suo incredibile concerto è un tributo allo spirito dei Wailers originali e questo leggendario artista non può quindi mancare al Sunsplash delle celebrazioni per il trentennale della scomparsa di Bob Marley.

JIMMY CLIFF:
Siamo fieri di lanciare il nostro primo artista e si tratta di un protagonista di primo piano. Ottenendo grande successo prima di Bob Marley è stato uno dei primissimi eroi 'globali' della musica giamaicana e come attore ha incarnato perfettamente nel 1973 l'archetipo del rude boy nel leggendario 'The harder they come'. La canzone che intitola questo film, 'Many rivers to cross' e 'You can get it if you really want' non possono mancare in ogni collezione di dischi reggae. Torna al Rototom Sunsplash la magnifica voce del grande Jimmy Cliff.

TOOTS & THE MAYTALS
Siamo lieti di confermare una autentica leggenda della storia del reggae: ai tempi dello ska Toots & Maytals registravano grande musica per Studio One infondendo la loro forza giovanile in prestazioni vocali molto influenzate dal gospel. Toots Hibbert ha però fatto la storia in seguito agli albori del reggae con una serie impressionante di hits come '54-46 was my number', 'Monkey man', 'Sweet & dandy', 'Bam bam' e 'Funky Kingston' tra gli altri.
Nel 2005 ha vinto un Grammy Award con l'ottimo disco di duetti 'True love' dimostrando di essere ancora un protagonista di primo piano. I suoi svariati concerti al Sunsplash in Italia lo hanno sempre visto in ottima forma e con una voce da brivido.

HORACE ANDY
Ha un prestigioso curriculum che parte dalla leggendaria Studio One passando attraverso pagine gloriose di roots reggae negli anni '70 per produttori cruciali come Bunny Lee o Everton Da Silva tra i tanti. Negli anni novanta la sua vena prolifica gli è valsa un posto stabile di cantante nei Massive Attack.
Dopo l'entusiasmante set dell'ultimo Sunsplash in Italia siamo lieti di confermare per la prima volta Horace Andy a Benicassim!

LUCIANO
Eccoci alla seconda conferma: è' uno dei più grandi interpreti contemporanei del 'roots & culture' giamaicano e la sua carriera è costellata di grandi momenti. Lo scorso anno sono usciti 'United states of Africa' e 'Write my name', due grandi lavori paragonabili ai suoi migliori dischi di sempre.
Per Luciano 'The Messenger' un grande ritorno per il Sunsplash ed un debutto al festival in terra spagnola.

JOHNNY CLARKE
Johnny Clarke è un leggendario cantante legato al roots reggae degli anni settanta in cui ha scritto pagine memorabili perloppiù sotto la direzione di un grande come Bunny Lee. Grazie alla sua prolificità e versatilità ha cantato centinaia di brani tra cui anche canzoni ?lovers? e un grande numero di covers di classici giamaicani tra cui molte riprese di successi di Bob Marley.
In questa grande capacità di accontentare i produttori su diversi generi e nella grande capacità di cavalcare i vecchi ritmi in svariati ?do-overs? troviamo già l?attitudine dei cantanti dancehall degli anni ottanta. La voce di Johnny è inalterata e questo concerto sarà il suo primo in assoluto al Rototom Sunsplash.

LUTAN FYAH
Lutan Fyah è uno degli artisti 'new roots' giamaicani più attivi degli ultimi anni e siamo lieti di ospitarlo per la prima volta al Rototom Sunsplash. Lutan è un continuatore della tradizione sing-jay di personaggi come Anthony B, Jah Mason o Sizzla: la sua rilettura è molto originale anche grazie alla ricchezza di registri del suo stile vocale.
Questo artista Una sua particolarità è che si è dedicato alla musica dopo una carriera di calciatore professionista in Giamaica: ha iniziato registrando per la Gargamel di Buju Banton e grazie ad una grande prolificità ha realizzato tanti singoli ed albums anche per produttori stranieri. Tra questi citiamo i suoi lavori con Jah Warrior, Pow Pow, Irie Ites e Minor 7 Flat 9.

MICHAEL PROPHET
Anche Michael Prophet non si era mai esibito al Rototom Sunsplash e siamo particolarmente lieti di colmare anche questa lacuna: alla fine degli anni settanta questo artista ha iniziato in modo folgorante la carriera con vari classici roots prodotti da Yabby You, molti dei quali racchiusi nel capolavoro ?Serious reasoning? pubblicato su Island.
Il suo maggior hit ?Gunman? tuttavia arriva nei primi anni ottanta dopo una svolta in campo dancehall ed è prodotto da Junjo Lawes e suonato dalla Roots Radics Band. La sua vena roots è stata comunque alimentata in seguito da due bellissimi dischi prodotti da Mad Professor ed intitolati ?Rootsman? e ?Michael Prophet & friends?.

PERFECT
Il vero nome di Perfect è Greg Rose ed è nato in Giamaica nelle colline di Bamboo nel 'parish' di St.Ann. lo stesso che ha dato i natali a Bob Marley e Burning Spear. Ha raggiunto una grande popolarità nel 2005 grazie al suo mega-hit 'Handcart boy': una canzone che parla della vita di tutti i giorni di un giovane Rasta venditore di strada a Kingston: la cosa interessante è che la canzone è autobiografica e lo stesso Perfect prima di diventare un musicista ha vagato per le strade della capitale giamaicana con il suo carretto di venditore.
Questo energetico sing-jay non disdegna di lavorare con etichette europee anche se il suo ultimo CD 'The french connection' è in larga parte autoprodotto sul suo marchio personale Chalice Palace.

MAXI PRIEST
Con la sua voce carica di timbri soul capaci allo stesso tempo di grande forza ma anche languida dolcezza, Maxi Priest è uno dei maggiori artista reggae in assoluto usciti dalla scena inglese. Originario del sobborgo londinese di Lewisham Maxi ha iniziato a cantare dal vivo nel giro dei sound systems prima di iniziare a realizzare una micidiale progressione di grandi albums iniziata nel 1985 con ?You?
re safe? e culminata nell?enorme successo di ?Maxi Priest? (1988) e ?Bonafide? (1990).
Quest?ultimo lavoro conteneva il super-singolo ?Close to you? con cui Maxi ha raggiunto il vertice delle classifiche di Billboard in USA. ?Housecall? in combination con Shabba Ranks è uno dei maggiori singoli dancehall del 1991 ed un grande esempio di musica giamaicana in grado di sfondare sul mercato della urban black music statunitense. Ha duettato alla grande anche con Shaggy nel suo hit ?That girl? del 1996.

DUB STATION
Nel Sunsplash 2011 continua ad essere presentare la Dub Station, l'area sound system dedicata al roots e al dub. Come l'anno scorso, Caravelle-prod, Musical Riot e Reggaeshack saranno coloro che si incaricheranno di organizzare l?angolo più roots del festival.
La Dub Station ebbe inizio in Francia diversi anni fa ed è riuscita a diventare un fenomeno e ad espandersi oltre il suo paese d?origine. Alle edizioni di Marsiglia, Parigi e Tolosa si aggiungono Barcellona e Nantes, e negli ultimi mesi si sono messe in moto anche le notti di Madrid e Lione e prossimamente toccherà a Londra.
Nel Sunsplash la Dub Station farà suonare in un sound system artigianale di 30 Kilowatts dal roos più classico fino al dub degli anni 80 ed il suono digitale della fine degli anni 90 e principio del nuovo secolo, proponendo un viaggio diverso ogni notte, partendo dalla musica che ispira alla meditazione, le buone vibrazioni ed il ballo. La Dub Station unisce gli artisti del passato a quelli attuali per offrire sessioni uniche a coloro che si lasceranno trasportare. Rootikal preassure inna jamaican style!!!

ABA SHANTI
Aba Shanti i ha in comune con Jah Shaka l?alone di leggenda ed il fatto di essere un ?one man sound? e cioè di padroneggiare in totale solitudine la consolle da cui è in grado di veicolare uno straordinario flusso di vibrazioni. Il suo apprendistato l?ha avuto al microfono del Jah Tubbys Sound con il nome di Jasmin Joe ma dopo l?immersione spirituale nella mistica Rasta Aba si mette in proprio con un potentissimo sound che inaugura alla grande al carnevale caraibico di Londra nel 1990.
Questo mitico selector diventa anche produttore attraverso l?attività della sua Falasha Recordings in cui è coadiuvato da Shanti Ites, la band formata dai suoi fratelli Blood, Samari e Humble Lion. Con Aba Shanti I il festival si arricchisce di un altro nome di straordinaria importanza della storia del dub.

IRATION STEPPAS FT.MAKI BANTON & YT
Dopo il grande successo della Dub Station al Sunsplash dello scorso anno il nostro proposito è di riproporre ancora più ricca questa area speciale dedicata ai cultori di deep roots e dub. A questo proposito siamo lieti di riconfermare la presenza di Iration Steppas dopo la loro magnifica session dello scorso anno.
I guerrieri del dub da Leeds (UK) saranno accompagnati al mike come lo scorso anno da Maki Banton mentre la novità del 2011 sarà la presenza di una nostra vecchia conoscenza e cioè YT da Ipswich, UK.

STAND HIGH PATROL FT. PUPA JIM
L?originalità di Stand High Patrol deriva dalla voce particolare di Pupa Jim al microfono e dalla tipicità della proposta musicale : loro stessi hanno coniato per la peculiare miscela di dubstep e steppers digitale che suonano il nome di dubadub, all?interno del quale sono avvertibili influssi hip hop, trip hop, techno e new wave.
I membri fondatori di questo sound proveniente dalla Bretagna (Francia) sono Rootystep (selecter) e Mac Gyver (operator): sono attivi dal 2000 ma hanno trovato questa identità sonora originale solo negli ultimi anni anche attraverso le collaborazioni con artisti come Kenny Knotts, Dixie Peach, Echo Ranks, Murray Man, Dan Man, Soom T, Selah Collins, Mc Youthstar, Jamalski e svariati altri.

BLACKBOARD JUNGLE
Rappresentanti della scena francese a livello internazionale, i BBJ hanno formato uno dei sound system più grandi in Europa, 3 colonne del più puro stile giamaicano, 30 kws che ci faranno vibrare come solo la Dub Station ci permette di fare. Assidui frequentatori dell?University of Dub di Londra, durante le loro performance è la musica giamaicana a farla da padrone, con MC Oliva alla voce e Nico al mixer, che crea un ideale contrasto tra la grazia della sua arte e la forza del suono che produce.
Questa è solo la prima delle numerose ed eccellenti esibizioni che ci aspettano al Sunsplash 2011.

KING ALPHA
Ancora un nome importante della scena UK Dub confermato alla Dub Station e questa volta parliamo di una crew dell'ultima generazione. La fondazione di King Alpha infatti risale al 1999 quando Ras Joseph e Ras Peter hanno fondato il sound system con lo scopo principale di promuovere il roots e dub digitale.
Un altro passo importante è stata la creazione dell'etichetta che porta lo stesso nome e che ha pubblicato importante lavori di Lorenzo, Tenastelin, Singer Blue e Ras McBean.

DUBKASM FT. SOLO BANTON
Provenienti da Bristol Dubkasm sono una delle crew più interessanti della storia recente del dub inglese. Dopo i primi tempi i  membri della crew Digistep e DJ Stryda hanno sentito l?esigenza di produrre il loro materiale ed hanno fondato la loro label Sufferah?s Choice attraverso cui hanno collaborato con personaggi come Mykal Rose ,Tony Roots, Christine Miller e Lutan Fyah.
Stryda cura anche un seguitissimo show radiofonico dallo stesso nome sull?emittente Passion 106.2FM. Sarà con loro il cantante inglese Solo Banton, uno dei nomi emergenti della scena UK.

OBF
O.B.F. è probabilmente il miglior sound emergente della scena deep roots francese ed è composto da Rico (dub maker, Selector, mic) e Guyohm (dub maker, selector, operator). Amano definirsi i ?guerrieri del dub? e sono in grado di suonare un ampio spettro di deep roots & dub music partendo dai classici degli anni settanta fino ai più esclusivi dubplate.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI