Piotta e i fantapolitici

by • 10/07/2002 • NewsComments (0)527

Bossi, Fini, D'Alema, Bertinotti e Berlusconi in una insolita banda di rapinatori 'par condicio'.

A metterli insieme, in un video musicale, Piotta, che ha relizzato il 'clip' del suo singolo 'La grande onda' sulle orme di 'Point break', il film di Katherine Bigelow in cui dei surfisti californiani rapinano banche con le maschere dei presidenti americani. Il video passa dalle spiagge di Los Angeles a quelle di Santa Marinella, da Lincoln e Regan a Berlusconi e Bertinotti, da Keanu Reeves a Tommaso Zanello, alias Piotta.

"Io -spiega l'autore di 'Supercafone'- interpreto il poliziotto infiltrato nel gruppo di surfisti. Questa volta pero' la banda ruba con le maschere dei politici italiani. Io sono Bertinotti mentre una ragazza della banda di cui mi innammoro ha volto di Berlusconi".

Piotta ha rispettato la par condicio e, "con molta ironia", ha affidato gli altri ruoli a surfisti-malviventi come Bossi, D'Alema e Fini. Per il video di 'La grande onda', il singolo che ha anticipato l'omonimo album e che ha scalato piu' di 100 posizioni nella classifica radio Music Control nelle ultime tre settimane, che contiene un campionamento del classico 'L'esercito del surf', Piotta si e' affidato a "veri surfisti".

Ma, nonostante queste forte similitudini con il film, il video ha un'ambientazione del tutto diversa: "E anche se il brano e' un mix fra il rock-surf alla Beach boys e rap, il clip e' piuttosto duro. La prima scena si svolge in uno sfasciacarrozze di Roma, il cielo e' sempre plumbeo e il mio abbigliamento e' super tecnologico", racconta il Piotta. Ma il finale di 'La grande onda', da sabato su tutti i network Tv musicali, 'tradisce' quello di 'Point break': "Io non sono un poliziotto ligio al dovere, cosi' alla fine la banda si tiene i soldi".

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI