Pillars of Eternity II Deadfire Ultimate Edition

by • 20/02/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Pillars of Eternity II Deadfire Ultimate Edition161

Dopo un successo clamoroso durato quasi due anni anche se inizialmente passato in sordina e con sulle spalle gli ottimi contenuti di tre espansioni, Obsidian ripropone al pubblico il suo ottimo CRPG.

Il gioco arriva finalmente su console permettendo anche a tutti coloro che non l’hanno giocato su pc di potersi godere quest’ottimo titolo nella sua completezza.

Il gioco quindi ripropone il titolo centrale con a corredo Beast of Winter, The Forgotten Sanctum e Seeker, Slayer, Survivor che aumenteranno la longevità in maniera esponenziale.

L’esperienza nel mondo di Eora risulta godibile tanto quanto quella su computer. Il gioco base dura circa ottanta ore senza contare tutte le sotto-missioni delle varie espansioni.

La trama ci vede nei panni di un Osservatore ridotto in coma dopo che il dio della luce si è improvvisamente risvegliato. Viene salvato dalla divinità Berath ma a condizione che sia per sempre legato a lui. Dovremo quindi metterci sulle tracce di Eothas e comprendere quali siano le sue intenzioni dietro tanta morte e devastazione.

Ci recheremo in primis presso l’arcipelago di Deadfire dove possiamo trovare una commistione tra fantasy e pirateria. La narrativa è ottima anche in questo caso ed è un marchio di fabbrica della software house californiana.
La trama è molto intricata e ricca di colpi di scena grazie anche a tanti personaggi e tante sottotrame che rendono il tutto molto variegato e strutturato.

La versione per console introduce anche la possibilità di giocare i combattimenti a turni invece che in tempo reale come di solito accade.

In questo modo la curva di apprendimento sarà meno ripida anche per tutti coloro che non conoscono il genere a fondo e vogliono cimentarsi con il genere per la prima volta. In questo modo infatti rallenta di molto il suo ritmo e non avremo più fasi estremamente concitate nei vari dungeon zeppi di nemici in ogni luogo.

Il titolo punta tutto sulla trama e infatti quasi si passerà più tempo a leggere piuttosto che a combattere. Sono tante le quest secondarie e i rivoli della storia che arricchiranno l’esperienza.

La transizione su console per quanto concerne la giocabilità è riuscita così come il comparto tecnico che si difende bene sia su Ps4 che su One.

La direzione artistica è grandiosa con tante ambientazioni differenti e tutta una serie di ripuliture che hanno reso il gioco ancora migliore che in passato.
Ottimo anche doppiaggio e musiche.

Un porting eccezionale quindi che permette a ogni videogiocatore di provare questo autentico capolavoro.

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI