Panzer Corps 2

by • 02/04/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Panzer Corps 2213

Panzer Corps 2 è uno dei principi dei wargames attualmente in circolazione che ci consentirà di rivivere la Seconda Guerra Mondiale e riscriverne gli esiti in un modo o nell’altro.

Un titolo difficile e piuttosto di nicchia che comunque conserva il suo fascino proprio per questo motivo agli occhi dello zoccolo duro della sua fanbase.

Flashback Games e Slitherine hanno conservato quell’alto grado di difficoltà in grado di punire i giocatori più sprovveduti che si vogliono lanciare nella mischia senza pianificare e sperimentare un po’ in precedenza.

Il manuale è di un centinaio di pagine e quindi conviene dargli almeno una lettura rapida prima di iniziare una partita, così da capire a che cosa si sta approcciando.

Potremo comunque attivare vari aiuti in modo da rendere la partita più facile o di convesso disattivarli così da provare l’esperienza al suo massimo grado.

Il gioco è un canonico wargame a turni con posizionamento delle unità in punti strategici della mappa esagonale, i cui movimenti al momento opportuno rappresentano il segreto per vincere le battaglie o per soccombere.

Dovremo quindi prima prepararci, poi organizzare i movimenti e quindi attaccare. Il tutto a turni e su caselle esagonali naturalmente.
Nulla è lasciato al caso quindi. Gli scenari sono quelli tipici della Seconda Guerra Mondiale. In questo caso supporto e superiorità numeriche saranno fondamentali per il successo. Dovremo evitare quindi in linea di massima le battaglie in campo aperto in maniera eccessiva e l’accerchiamento sui lati. Il supporto dell’artiglieria naturalmente farà la differenza.

Le unità a disposizione saranno veramente infinite e quindi saremo liberi di sperimentare strategie in maniera molto profonda e al contempo divertente naturalmente. Ci saranno circa mille unità anche se non tutte saranno giocabili.
Tutte le unità più emblematiche della Seconda Guerra Mondiale sono naturalmente rappresentate dai Panzer, ai Tiger passando anche all’aviazione con Stuka e Messerschmitt.

Importante nella strategia bellica sarà anche importante impossessarsi delle città così come occupare dei punti strategici come ponti e zone strette così da fermare anche delle intere armate con il minimo sforzo. L’intelligenza artificiale comunque è sempre abbastanza difensivista.

La campagna è suddivisa in cinque capitoli e sarà giocabile solo come i nazisti. Le aree sono molto differenti e richiederanno quindi approcci differenti dal Nord Africa con i suoi spazi desertici e i suoi piccoli villaggi fino alla Norvegia e i suoi fiordi frastagliati.

Ci sarà quindi un briefing iniziale che andrà osservato in modo da comprendere al meglio le potenzialità o gli svantaggi degli scenari. Le unità salgono di livello in battaglia e gli eroi possono influenzare l’esito delle battaglie.

La Storia è ripercorsa in maniera diligente e veritiera anche se potremo riscrivere gli esiti di alcune battaglie e quindi far trionfare i nazisti in alcuni momenti topici come ad esempio Stalingrado.

Dal punto di vista tecnico il gioco vede naturalmente una grafica scarna e un insieme di menù molto ricchi che costituiscono l’interfaccia di gioco. Il fiore all’occhiello della produzione comunque sta nella grande profondità del gameplay.

Un wargame eccellente e ricco che non vi deluderà.

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI