One Piece Pirate Warriors 2

by • 27/09/2013 • Rubriche, The Game VaultComments (0)658

One Piece Pirate Warriors 2 sviluppato da Omega Force e pubblicato in Italia da Namco Bandai, come facilmente intuibile dal titolo è il secondo episodio con protagonista una ciurma di strani pirati, dalle fattezze e abitudidi decisamente strane.
Mentre giocherete, nascondete tutto il cibo! Senza nessun timore, dobbiamo affermare che non abbiamo avuto la fortuna di giocare al primo capitolo, quindi il titolo per noi è risultato una completa novità, pur avendo giocato ad altri titoli musou (uno su tutti Dinasty Warriors) realizzati sempre da Omega Force, indiscusso leader del settore. Scusate quindi se non faremmo notare differenze tra questo e il primo capitolo. Detto questo, grazie ad un codice PSN abbiamo pututo scaricare il titolo dal PSN (con ben tre giorni di download…), anche se il nostro consiglio visto il peso e l’esperienza vissuta è quella di fiondarvi sulla confezione fisica che trovate in negozio. One Piece Pirate Warriors 2 si presenta con un simpatico video introduttivo, il quale acquisisce un potere ipnotico se conoscete la serie e televisiva e il fumetto originale da cui è tratta, terminato il quale potrete iniziare a muovermi nel menu principale di gioco. In questo sarà possibile iniziare una nuova partita in single player e multiplayer così come addentrarsi nelle opzioni e zone extra. Il titolo presenta, come il predecessore (di questo siamo sicuri) un gameplay che si rifà al genere musou, ovvero, per farla breve, uno contro tutti. Controllando il sempre affamato Monkey D. Rufy dovrete abbattere a suon di pugni e calci e relative combo i numerosissimi nemici della Marina e relativi Boss che si metteranno sulla strada del protagonista, affrontandolo, e colpendolo da ogni lato, per un tripudio di personaggi visualizzati a video. Prettamente l’obbiettivo sarà uccidi quel determinato personaggio per andare avanti, dopo aver fatto piazza pulita (anche se non è assolutamente necessario) di tutti gli scagnozzi che lo seguono. Il bello di questo secondo episodio è che grazie alla nuova modalità inedita Dream Storypotrete giocare ad una versione che non segue minimamente la trama del fumetto (comunque supervisionata da Eiichiro Oda, l’autore del manga) anzi permette al giocatore di vestire i panni dei ceffi della Marina (capitanata da Akainu) o della Grande Alleanza Pirata (capitanata da Gekko Moria e da Marshall D. Teach). Insomma spazio anche ai cattivi. Indipendentemente dal personaggio scelto (che in questo capitolo contempla ben 37 personaggi giocabili, ma che andranno comunque sbloccati proseguendo con la modalità storia), il gioco vedrà impegnato il giocatore a menare mani e piedi a destra sinistra, in alto e in basso. Non potrete saltare, ma al posto del salto il personaggio potrà effettuare uno scatto, al fine di evitare un colpo o scappare da un accerchiamento di nemici. Non manca ovviamente la super mossa, usufruibila quando la barra dello stile risulterà piena. Premendo il tasto dorsale [R1] scatenerete la potenza di uno dei “frutti del diavolo” per una successioni di colpi devastante utilizzando anche per un breve periodo uno degli altri personaggi della “ciurma”. Il menare le mani servirà anche a migliorare le caratteristiche fisiche del personaggio visto che combattendo si acquisterà esperienza e verranno sbloccate nuove combo da poter effettuare con i classici quattro tasti PlayStation (cerchio, croce, quadrato, triangolo). E vedere volare in aria i nemici, vi assicuriamo sarà un piacere. Durante i combattimenti, seguendo anche la mappa che indica sempre la direzione da seguire, potrete anche scovare nel paesaggio dei forzieri. Questi se aperti (basta un colpo) possono rivelare diversi bonus, tra cui le monete. Queste sono assolutamente necessarie per far progredire il personaggio per aumentare i parametri di energia, difesa ed attacco. Quello che ci ha sorpreso del titolo, che seppure alla fine si riduce in certi frangenti a premiiltastopiùvelocementepossibile, il tutto risulta sia divertente e per certi versi appagante. Sarà per colpa della simpatia dei personaggi, o perché amiamo il manga originale che One Piece Pirate Warriors 2 non ci ha minimamente stancato seppure non presenti alcuna novità rispetto ad altri titoli che condividono il medesimo gameplay. Il titolo contempla anche la modalità multiplayer, con split screen in orizzontale. Graficamente One Piece Pirate Warriors 2 ci ha fatto sorridere e non poco, e non intendiamo in senso cattivo. Tutt’altro! La resa visiva è ottima, i personaggi ben caratterizzati e facilmente riconoscibili e le animazioni corrispondono a quelle che si possono vedere nella serie televisiva. Saremo ruffiani, ma ci sono piaciute anche le riproduzione delle ambientazioni e soprattuto non abbiamo rilevato alcun calo di frame rate durante i moltissimo scontri. Dal punto di vista del sonoro, il doppiaggio non è previsto in italiano, ma i testi a video, compresi i menu, presentano la lingua di Dante.

 

Voto: 9

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI