Novità di Namco Bandai

by • 31/05/2015 • Rubriche, The Game VaultComments (0)341

Update: DLC The Witcher 3  Cuori di Pietra

witch 3

Dopo il clamoroso successo del gioco principale gli sviluppatori polacchi di CD Project hanno dato vita al primo attesissimo DLC che verrà presto seguito da Sangue e Vino che uscirà all’inizio del 2016.

Una volta cominciata l’avventura, diciamo dal trentesimo livello di esperienza, e potremo scegliere se continuare dallo stesso livello in cui ci siamo interrotti nell’avventura principale oppure provare fin da subito le nuove missioni.

Avremo fin da subito l’equipaggiamento a pieno con rune, armature e armi ben arricchite e riceveremo il primo contratto per ripulire le fogne di Novigrad da un mostro non meglio specificato.

Questo possiamo definirlo l’hub delle nostre missioni principali dell’espansione e da qui quindi muoveremo i passi per le varie missioni che comunque ci porteranno a visitare luoghi già visti nel gioco principale.

La durata di questa espansione vale dalle dodici alle quattordici ore con una difficoltà media e i combattimenti ci impegneranno non poco in termini di tattica.

Dovremo fare affidamento su parecchi personaggi non giocanti come ad esempio nel scegliere alcuni personaggi in date missioni e perciò queste scelte influenzeranno l’andamento delle missioni.

Ottima l’introduzione delle rune che influenzeranno i combattimenti come una sorta di potenziamento importante.

Una buona espansione che migliora un gioco praticamente già perfetto di per sé.

Chi ha terminato Caccia Selvaggia quindi sa dove rivolgersi grazie anche al costo molto contenuto di questo DLC.

Voto: 9

Un periodo veramente fortunato quest’ultimo per Namco Bandai grazie a delle uscite veramente di peso; titoli che in molti stavano aspettando da parecchio tempo e che possiamo dire che non hanno sicuramente deluso le aspettative e hanno soddisfatto i requisiti di ciò che ci si aspettava. Giochi per ogni tipo di videogiocatore da un titolo di corsa iper realistico al vero e proprio re dei giochi di ruolo all’occidentale. Vediamo assieme di cosa si tratta.

Project Cars

project

Slightly Mad Studios ha dato vita a un simulatore di guida realmente eccezionale. Il titolo è uscito praticamente per tutte le piattaforme e i responsabili del gioco sono gli stessi che hanno dato vita ai due episodi di Need For Speed Test, Shift Drive legato al marchio nostrano delle Ferrari e anche dei due GTR.

Il gioco ha subito parecchi rinvii ma ora finalmente è arrivato sugli scaffali di tutto il mondo. Il gioco è un vero e proprio simulatore di guida, fedele in ogni singolo dettaglio. Il gioco rappresenta un ottimo compromesso tra Forza Motorsport e Assetto Corsa.

Il gioco ha quindi parecchi parametri da settare a livello di in game e quindi questo consentirà a ogni tipo di giocatore di adattarsi a ogni circostanza. Tutto potrà essere controllato dal consumo di carburante a quello degli pneumatici fino all’impatto dei freni sul modello di guida. Potremo anche pianificare le strategie del pit stop così come ogni aspetto della gara dal numero di giri fino alle condizioni atmosferiche sul circuito che dovremo affrontare nell’esatto momento in cui stiamo giocando. Potremo anche scegliere quanti veicoli potranno essere in gara fino a 50 e settare l’intelligenza degli avversari.

La personalizzazione è quindi la parola chiave della produzione e il cambio tra varie categorie si sentirà parecchio nell’esperienza di gioco. Tutti avranno il mezzo per i propri gusti, dai kart fino alle velocissime monoposto da formula uno.

project-cars

Il gioco anche in pista colpisce per il senso di realismo nella velocità. Il livello di sfida è parecchio elevato dato che ogni piccolo errore ci porterà a uscire fuori strada o a fare pericolosamente impennare il nostro veicolo. Anche il feeling delle curve è molto realistico.

Le modalità di gioco disponibili sono quattro tra cui la classica carriera mentre i mezzi disponibili dall’inizio sono 65 anche se i marchi più importanti arriveranno solo in seguito. Sono presenti anche oltre 110 circuiti tra cui Monza e quello delle 24 ore di Lemans tutti fedelmente riprodotti.

Il vero fiore all’occhiello della produzione è però rappresentato dal comparto tecnico che rappresenta quasi un esempio lampante di fotorealismo. Ottimo anche il comparto sonoro.

Project Cars è quasi senza dubbio il miglior titolo automobilistico della sua generazione; un top del genere che non dovrebbe mancare nella collezione di nessun appassionato.

Voto: 8.5
The Witcher 3 Wild Hunt

witcher 3

La terza incarnazione della saga di Saplowski finalmente è approdata nelle nostre case. Il titolo era stato atteso da così tanto e pompato da annunci e fotogrammi che hanno fatto molti urlare al miracolo.

Incominciamo subito con il dire che il gioco vi porterà più di 200 ore in giro per il sconfinato mondo di gioco open di The Witcher 3. Il gioco vi riserverà parecchie sorprese, tutte in senso positivo.

Fin dalle prime battute la vostra sete di storie e trama profonda verrà ampiamente placata. Il gioco è basato su un microcosmo talmente realistico e autosufficiente che tutti gli appassionati impareranno a riconoscere fin da subito.

I temi trattati sono molto maturi in pieno stile dei primi due capitoli, così come è già accaduto nei due capitoli precedenti della saga. I personaggi sono tutti tratteggiati in maniera parecchio convincente e le missioni, tutte sia quelle principali che secondarie, si mescolano in un mix perfetto e armonioso che durerà dall’inizio alla fine.

Dialoghi eccellenti e bivi narrativi che vi porteranno a riflettere parecchio faranno il resto per una profondità di gioco realmente introvabile al giorno d’oggi. Dovrete anche passare parecchio tempo a leggere e a imparare nel gioco dato che troverete parecchie trattati e indizi che vi saranno particolarmente utili nel corso dell’avventura.

Il free roaming avrà un’importanza capitale anche per quanto concerne il resto della trama principale e non come spesso accade come mero elemento accessorio.  Ci saranno molti livelli differenti per così dire di missioni in modo che avrete differenti occasioni per variare il gameplay.

witcher 4

Le varie missioni inoltre sono perfettamente integrate con la trama principale e perciò non avrete mai alcun tipo di straniamento rispetto a quanto starete portando avanti nella modalità classica. In ogni caso potrete sempre tralasciare la trama e combattere senza pensieri, trovando vari nemici sparsi per la vastissima mappa.

Il sistema di combattimento di Geralt è veramente appagante. Il nuovo engine grafico ha permesso di riscrivere da zero le animazioni e quindi questo significa una pletora di nuove mosse sia per l’attacco che per la difesa. Con soli tre tasti potremo compiere tutta una serie di azioni in difesa e in attacco che mischiano profondità e agilità di esecuzione.

Oltre alle due spade potremo utilizzare anche una balestra e le rune per generare potentissimi incantesimi di offesa. Dovrete sempre essere pronti al combattimento multiplo nel migliore dei modi e quindi la componente gdr è presente proprio nel settaggio del proprio personaggio in questi frangenti, soprattutto nei livelli di difficoltà più difficili.

Il comparto tecnico è eccellente e altamente ispirato. Il continente in cui ci troveremo a visitare lande sconfinate rese a schermo con una verosimiglianza talmente incredibile che non potrete non rimanerne profondamente colpiti. Tutto è ricostruito alla perfezione dai dungeon, castelli, ai villaggi.

Un colossal che ogni videogiocatore dovrebbe giocare e possedere. Geralt è tornato ed è già capolavoro.

Voto: 9.5

 

 

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI