Need for Speed the Run

by • 24/11/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)510

Dopo averci esaltato con i folli inseguimenti di Hot Pursuit ed aver messo alla prova le nostre abilità di piloti attraverso l’incredibile Intelligenza Artificiale di Shift 2, Electronic Arts ci riprova, tentando questa volta di giungere ad una sorta di ibrido, con più d’una strizzatina d’occhio alla componente arcade con questo The Run. Il titolo si muove però anche in una terza direzione, ovvero la ricerca di un’interessante commistione tra i chilometri d’asfalto e le linee di dialogo, strumento necessario per veicolare un’intreccio narrativo che possa definirsi tale. Ecco perché, per la prima volta, la serie presenta un protagonista con tanto di nome Jack Rourke e background, sfidanti in carne ed ossa e sessioni in cui agire al di fuori dell’abitacolo dell’automobile. Come il titolo stesso suggerisce l’intera progressione si basa su una corsa, o meglio, su "La Corsa": duecentocinquanta piloti in gara per oltre cinquemila chilometri, da San Francisco a New York che, passando dal deserto del Nevada e dalle fantastiche Rocky Mountains, toccheranno alcune delle città più caratteristiche degli States come Chicago e Las Vegas, ad esempio. Per quanto riguarda il gameplay The Run prende sostanzialmente spunto dal suo ideale precursore Hot Pursuit. Ogni stage, indicativamente rappresentativo di un lungo tratto all’interno delle gigantesca competizione, richiederà al giocatore obiettivi diversi. Ci troveremo di fronte alla necessità di sorpassare tre, sei o dieci piloti prima del traguardo, di superare un determinato quantitativo di checkpoint in un dato intervallo di tempo, di eliminare piloti rivali rimanendogli davanti per una manciata di secondi o sfuggire alla sempre agguerrita polizia. Infine, molto più di rado, ci vedremo impegnati in sfide uno contro uno con questo o quel rivale, leggermente più impegnative del normale livello di sfida. Il sistema di guida si presenta bene. Benché la componente arcade sia presente ed ampiamente sottolineata da Nitro, derapate e punti guadagnati per la guida spericolata , l’handling delle vetture non risulta quasi mai scontato e lineare. Ci riferiamo, in particolare, ad un’interessante varietà di modelli legati ad altrettante vetture presenti nel gioco, da selezionare con cautela soprattutto nell’affrontare terreni sdrucciolevoli, ghiacciati o bagnati. Il sistema, permissivo al punto giusto, riesce a soddisfare pienamente qualsiasi giocatore sia alla ricerca di un disimpegnato divertimento con quel pizzico di sfida in più che non guasta mai. Fortunatamente l’intelligente scelta di sbloccare qualche “abilità” come la possibilità di stare in scia per un facile sorpasso nel corso della progressione e le molteplici strade alternative ereditate da Hot Pursuit per ciascun tracciato, amalgamandosi con il già lodato sistema di guida, mediano le difficoltà, rendendo apprezzabile la produzione. Un piccolo tocco di classe è infine fornito dagli intermezzi di tipo Quick Time Event, sparsi sporadicamente nel corso dell’avventura ed atti a spezzare il ritmo delle continue cambiate e sterzate.Ad incrementare la longevità della “Modalità Storia” circa quattro ore di guida effettiva ci pensano le Challenge ed il Multiplayer. Per quel che riguarda la prima modalità si tratta di una rivisitazione (a gruppi, a seconda della località) degli stage già affrontati nel corso della Corsa: in questo caso, però, dovremo attenerci ai tempi indicati dai vari traguardi di Platino, Oro, Argento e Bronzo con una scelta limitata di autovetture, solitamente meno performanti di quelle ottenute in single player. Alcune sfide, ad esempio, limiteranno la nostra scelta alle Muscle Car, ad un produttore particolare, o ad una fascia di autovetture di potenza intermedia. Gli avversari, qui, saranno inaspettatamente più aggressivi e tenaci, innalzando notevolmente il livello di sfida e richiedendo notevole precisione ed attenzione da parte del giocatore. Ogni risultato, del single come delle sfide, potrà essere condiviso tramite l’oramai famosissimo Autolog, che consentirà di consigliare un particolare tracciato agli amici, inviare sfide, pubblicare i risultati migliori sul nostro wall o su quello degli amici e via discorrendo. Nulla di nuovo, è proprio il caso di dirlo anche per commentare il comparto multiplayer competitivo che, utilizzando playlist generate dal dev team, permetterà agli utenti di sfidarsi in semplici gare a chi taglia per primo il traguardo. Le uniche variabili saranno caratterizzate da stanze appositamente create e suddivise in moltissime tipologie: si andrà dalle competizioni dedicate alle auto esotiche a quelle in cui potremo selezionare solamente Muscle Car. L’orizzonte, fortunatamente, è davvero ampio e vede alcune competizioni dividersi anche a seconda dei tracciati completamente asfaltati o misti. Ogni gara consentirà ad un totale di sedici concorrenti di scendere in pista contemporaneamente per fare a sportellate evitando il traffico delle highway americane, guadagnando addirittura bonus per il single player. Need For Speed The Run si muove utilizzando il tanto lodato Frostbite 2.0 che regge anche le fondamenta di Battlefield 3. L’impatto globale, spettacolarizzato da effetti luce, inquadrature ed effetti particellari sapientemente studiati, è assolutamente apprezzabile. Orecchiabile il comparto sonoro, in grado di sottolineare in maniera coerente il costante svilupparsi d’adrenalina, tra un tornante ed un rettilineo percorso ad oltre trecento chilometri orari. Ottimo, invece, il doppiaggio inglese.The Run presenta un gameplay rapido ed immediato, un multiplayer tutto da scoprire e gustare con gli amici ed un impatto scenico coinvolgente.  Il titolo Black Box si rivela quindi un’interessante e più che buona esperienza per videoplayer un pò meno smaliziati, che non disdegnino un sano paio d’ore di divertimento disimpegnato alla sera dopo il lavoro.

GRAFICA: 7,5
SONORO: 7,5
GIOCABILITA’: 8
LONGEVITA’: 7
VOTO FINALE: 7,5

HOT SPOTS:
–   Bella trama collegata al concetto di coast to coast

COLD SPOTS:
–    Più per giocatori casual

Produttore: Electronic Arts
Sviluppatore: Black Box
Genere: Racing Game

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI