Mr Lif live a Napoli

by • 31/08/2010 • NewsComments (0)551

Riceviamo e pubblichiamo:

 

XI Edizione
ADUNATA SEDIZIOSA
…Festa dell'autorganizzazione dell'antagonismo campano

concerti-dancehall-dibattiti-incontri-bar-cucina-stands

______________________________________________________________

MUSICA::::::::::::::::::::::::::

Giovedi 16/09/2010

HIP HOP
MR. LIF (Boston – USA)

LIVE RAP
Domasan & Dj2Phast
Emcee O'zi
Kimicon Twinz feat.Raz

DJ SET FUNKYBREAKS
Djdeef &
LucianoPain

______________________________________________________________

Venerdi 17/09/2010

DRUM 'N BASS

DJ FRESH (London – UK)
Breakbeat Kaos

Fatsnare (Muf & Ale G) (Sunny Bit)
Andle b2b Kam (2step/Dbc)
Jaku (2step)
Bop singlayer aka bopsinglayer
Scratch dj Uncino

______________________________________________________________

Sabato 18/09/2010

ROOTS_REGGAE_DUB

ABA SHANTI-I (London – UK)

Bababoom Hi-Fi
Bruciatown Fa_Mass
Sunweed Sound System

______________________________________________________________

Domenicai 19/09/2010

PETIT CIRCUS NAPOLITAINE

______________________________________________________________

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

ASSEMBLEE – DIBATTITI ::::::::::::::::::::::::::

GIOVEDI 16 settembre

ore 19 Assemblea/dibattito:lavoratori, precari, disoccupati oltre le singole vertenze. Percorsi e rivendicazioni comuni contro la crisi.

VENERDI 17 settembre

ore 19 presentazione del libro "Autonomia Operaia" sarà presente
l'autore Emilio Quadrelli

SABATO 18 settembre

ore 19 Assemblea/dibattito: Area Orientale…di morte lenta. Per
un'alternativa dal basso ai disegni del potere tra nuove speculazioni e
politica dell'incenerimento

DOMENICA 19 settembre

ore 12 giocoleria e spettacolo per bambini (ho verificato la
disponibilità di Luca giocoliere ed altri si tratta di capire se e cove
farlo. O fuori officina e pubblicizzare pure il circo serale, o nel
quartiere magari anche con i sambisti per lanciare un messaggio contro
degrado, nuove speculazioni ed incenerimento)

ore 19.00 Proiezioni sull'antifascismo

______________________________________________________________

BIO::::::::::::::::::::::::::

MR. LIF (Boston – USA) HIP HOP

Vincitore dei Boston Music Awards per ben quattro volte, Mr lif è considerato dalla critica come uno
dei migliori MCs della storia del Massachusetts. Il suo debutto risale alla seconda metà degli anni
'90 dove bombarda letteralmente la scena underground newyorkese con un quantitativo smisurato di EP e
12 pollici. Qualche anno dopo inizia l'esperienza con la legendaria "Definitive Jux" di El-P,
etichetta nella quale ha modo crescere e maturare come artista collaborando con alcuni tra i più
talentuosi esponenti della scena Hip Hop di NYC. Lo stile di scrittura di Lif è maniacale, i suoi temi
non sono mai scontati e l'ironia la fa da padrone. L'inconfondibile timbro di voce e l'estrema
musicalità sul beat lo rendono unico sia dal vivo che in studio. Dopo 4 dischi di cui uno in combo con
Akrobatic(altro talentuoso MC di Boston) ed un Live, Lif si dedica alla produzione di "I Heard it
Today" un manifesto di protesta contro il governo e le amministazioni Statunitensi.

DJ FRESH (London – UK) DRUM 'N BASS

Dj Fresh è uno degli esponenti mondiali della drum’n'bass,fondatore della leggendaria crew Bad Company
che ha dato un significativo sostegno alla cultura musicale con tracce quali “The Nine” (la traccia
DnB più suonata di sempre) e “Planet dust”.Leggendari sono stati gli album drum and bass: “Inside the
machine”, “Shot down on safari”, “Digital nation”, “Book of the bad” e il suo album solista ” Escape
from planet Monday”.Cofondatore con Adam F della Breakbeat Kaos,etichetta che si è sempre impegnata a
promuovere nuove sonorità all'interno del genere musicale,nel 2005 produce insieme al sorprendente
trio australiano Pendul il 'Tarantula',song che ha definitivamente affermato la band live nel
panorama mondiale.Ha collaborato con artisti del calibro di Baron, J Majik & Wikaman,Sigma,Chase &
Status ,Nero e Broken Brothers.Ha all'attivo enormi successi solisti e collaborazioni con artisti del
calibro:Apollo 440, dj Shadow e Pet Shop Boys.Nel 2010 è uscito il suo nuovo album “Kryptonite”,
anticipato dai singoli di successo “Hypercaine” e "Gold dust" con la vocalist Koko dei Massive Attack

ABA SHANTI-I (London – UK) ROOTS_REGGAE_DUB

Inizia come micman del leggendario JahTubbys World System negli anni 80. Riappare sulla scena nel 1990 al Notting Hill Carnival con un nuovo potentissimo impianto ed un nome che rispecchia la rinnovata fede Rastafari: ABA SHANTI – I, di cui è operator, selecter e singer. Nel 1995 è nominato “best sound operator of the year” dalla BASS (British Association f Sound System). Unico Resident dell’acclamata University of Dub londinese, regolarmente in tour in Europa ed in Giappone, la sua yard al Carnevale giamaicano di Londra è tra le più affollate ogni anno; attorno a sé raccoglie inoltre una band, The Shanti Ites, ed un etichetta, Falasha Rec.

Partecipare ad una live session di Aba Shanti I è un’esperienza estremamente coinvolgente, dal punto di vista fisico e spirituale; con la ricercatezza delle selezioni e la potenza dei bassi, uniti al suo canto ed allo speech mai banale e ad un uso psichedelico di echi e sirene, riesce a trasformare la danza in una sorta di mistica liturgia collettiva, recentemente oggetto di un saggio della Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza di Roma.

Arriva a Napoli ospitato da 3 sound system partenopei: Bababoom Hi Fi, Bruciatown Fa –Mass e Sunweed Sound System uniti insieme in un unico muro sonoro per scuotere a dovere i corpi ed i cuori.

PETIT CIRCUS NAPOLITAINE

è un progetto/spettacolo itinerante. Uno spazio circolare (una pista?) dove l’artista si esibisce proponendo il proprio “numero” di danza, di musica o di teatro ed una “banda musicale instabile” accompagna o sottolinea l’esibizione.
Il repertorio è quello del teatro e della musica napoletana filtrata attraverso i sapori e i colori del circo. E’ uno spettacolo che si rinnova e si rigenera giorno per giorno, sera per sera in piazza, per strada, in teatro, sotto una tenda, sul sagrato di una chiesa, laddove ci sia lo spazio per accogliere il PETIT CIRCUS NAPOLITAINE. Un mondo immaginifico, non privo di angoli scuri quello che si apre a PETIT CIRCUS NAPOLITAINE. Una carillon gigante, una lanterna magica, una giostrina a molla, il Vaudeville, il circo, il teatro di strada, il Cafè Chantant, la giocoleria, la magia, le struggenti note di una fisarmonica, il suono clownesco del clarino, le bolle di sapone, le bambole meccaniche, le ballerine, i burattini, mimi, Drag Queen di periferia, clochard metropolitani… sonorità di musica popolare, di musica tradizionale, di Klezmer, di gitani, pianola meccanica, banda di paese. Brani, citazioni, riferimenti a personaggi che rincorrono il nostro immaginario: Viviani, Chaplin, Gelsomina e Zampanò, Pasolini, Capossela, Jacque Tati, Ga
briella Ferri, Eduardo, Totò, Brassens, Scarpetta, Nino Taranto… Tutti insieme in questo progetto-spettacolo che si costruisce pezzo a pezzo, come un mosaico sempre diverso, sempre mutevole.
E’ una commistione di generi, una sinergia tra artisti uguali e diversi tra loro che presentano il proprio “numero” liberamente ispirato a e da, che ha le caratteristiche dello spettacolo viaggiante, dello spettacolo “accampato”, attraverso la memoria, attraverso l’immaginazione.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI