Morgan Heritage: l'intervista

by • 03/08/2007 • IntervisteComments (0)852

Abbiamo incontrato, prima dello show a Milano lo scorso 3 luglio, Peter Morgan, leader e voce principale della celebre roots band Morgan Heritage.

Haile Anbessa: Come avete iniziato a fare musica reggae?

Peter: Sai, siamo cresciuti nella musica. Nostro padre Denroy Morgan è un famoso musicista. Non è stato un errore o una coincidenza. È ciò per cui siamo nati.

H.A.: Sai è molto bello che voi siate tutta una famiglia a fare la stessa cosa assieme. Com'è lavorare sempre a stretto contatto coi tuoi fratelli? Ci sono dei problemi a volte fra voi come in tutte le famiglie?

P.: Sì è una cosa normale. Ma siamo cresciuti assieme perciò siamo molto affiatati. Se c'è qualche incomprensione o fraintendimento lo risolviamo subito. Parliamo molto fra noi.

H.A.: Quando siete in tour ognuno ha dei compiti particolari?

P.: Certo ognuno di noi ha compiti specifici. Uno è responsabile del business, un altro della produzione, un altro ancora della musica. Per far muovere la macchina serve l'apporto di tutti! Ognuno è importante. Siamo un gruppo.

H.A.: Voi siete americani. Credi che l'Europa e l'America siano pronti per il messaggio di Rastafari?

P.: L'Europa accetta questo messaggio da lunghissimo tempo. L'America è ancora un po' refrattaria. Nella west coast la gente ama il messaggio, la musica e le vibrazioni.  Nel resto del paese si preferisce la dancehall perché più vicina all'hip hop. Ma chi ama la musica in generale ama anche il nostro conscious reggae.

H.A.: Amo molto la vostra Everything Is Everything. È l'unica ska tune che avete fatto. Vi piace suonarla? Ci dobbiamo aspettare ancora da voi delle sorprese?

P.: Sì ci diverte molto. Sai noi siamo un gruppo roots, non possiamo cambiare. Però sperimentiamo vari generi. Sai in America siamo stati esposti a vari generi, Rap, soul,R'n'B e così via. Dipende da come ci sentiamo. Magari la differenza tra noi ed altri gruppi giamaicani è che noi siamo più eclettici e possiamo fare quello che desideriamo. Ma siamo sempre rasta!

H.A.: Cosa vi ha detto vostro padre quando avete deciso di intraprendere la carriera artistica? Che consigli vi ha dato?

P.: I nostri genitori ci hanno detto di amarci e prenderci cura l'uno dell'altro. Di essere responsabili l'uno dell'altro. Ci hanno detto che è un lavoro difficile. Bisogna essere forti, dei veri guerrieri. Bisogna lottare per ottenere ciò che si desidera.

H.A.: Vi sentite più a casa in Giamaica o negli Stati Uniti?

P.: Il mondo è la nostra casa! (ridiamo). Anche in Italia ci sentiamo a casa. Amiamo esibirci qui. Ci date vibrazioni naturali proprio come in Giamaica!

H.A.: Come ultima domanda due parole sul vostro prossimo lavoro.

P.: Il nuovo album uscirà in settembre. È quasi finito. Dobbiamo sistemare le ultime cose con i vari producers. Si chiamerà Mission in Progress.

H.A.: Grazie mille

P.: Bless. Be strong!

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI