Memories of Mars

by • 05/05/2020 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Memories of Mars288

I survival online stanno riscuotendo parecchio successo ultimamente e quindi il mercato sta diventando abbastanza affollato con prodotti similari.

La differenza è quindi fatta principalmente dall’ambientazione accattivante e originale rispetto agli altri titoli.

Limbic Entertainment ha optato per un ambiente fantascientifico realistico e credibile in cui fra un secolo l’umanità avrà colonizzato il pianeta rosso e quindi una nuove era si prospetta all’orizzonte.

Una realtà urbana che vede centri urbani alternarsi con situazioni abbandonate, dando quindi un’ampia varietà di ambientazioni.

Coninceremo in un laboratorio potenzialmente di clonazione in cui qualcosa sembra non andare per il verso giusto.

Prima di avventurarci quindi sul suolo rosso di Marte potremo raccogliere una pistola, qualche provvista e un casco hi tech che ci permetterà di consultare alcune stats così come la possibilità di gestire un inventario.

A questo punto comincerà la nostra gara per la sopravvivenza visto che l’ossigeno sarà sempre molto scarso e dovremo perennemente cercare riparo e risorse.

Incontreremo anche altri sprovveduti come il nostro personaggio che potranno o darci una mano per reperire risorse oppure tentare di farci la pelle in modo da rubarci tutto ciò che portiamo addosso. Dovremo anche fare molta attenzione alla fauna marziana che spazia da ragni a vermi giganti e che ci darà molto filo da torcere.

Portarci sempre tutto dietro può essere quindi molto rischioso dato che perderemo tutto se depredati ma allo stesso tempo costruire una base sicura richiederà moltissimo tempo e risorse e perciò sarà sempre meglio farlo assieme a qualcun altro cooperando. La cooperazione poi potrà farci sviluppare diversi parametri del nostro skill tree in modo da specializzarci in qualcosa rispetto che un’altra.

Coloro che vorranno affrontare l’avventura da soli però potranno contare sul fatto che i tratti acquisiti non potranno essere cancellati una volta che la morte ci visiterà molto di frequente.

Dovremo anche fare incetta di Flop che rappresentano un po’ i punti esperienza. Ci saranno anche momenti organizzati alla King of The Hill che saranno pianificati proprio per raccogliere questo tipo di risorsa in grande quantità. In queste arene temporanee potremo quindi sbizzarrirci e raccogliere un vasto numero di risorse.

Viene introdotta anche l’idea delle stagioni per cui al termine di ognuna ci sarà una sorta di tempesta gigantesca che farà piazza pulita di tutto, edifici compresi, livellando quindi le esperienze di ognuno e rendendo il tutto più omogeneo.

Dal punto di vista tecnico il gioco si difende bene, con un’ottima caratterizzazione tra centri urbani e lande desolate. Buono anche il comparto sonoro.

Un buon survival che mette sul piatto un’ambientazione diversa dal normale così come qualche idea innovativa per rinverdire il genere così come le nervature PvP.

Voto: 8

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI