Magic The Gathering-Duels of the Planeswalkers

by • 27/08/2010 • NewsComments (0)503

IL FENOMENO MAGIC DIVENTA UN VIDEOGIOCO

Arriva su PC Magic The Gathering – Duels of the Planeswalkers, la versione in formato videogame del gioco di carte fantasy più famoso al mondo

Incantesimi e sortilegi, dalle carte al computer. I più grandi maghi dell’universo si sfidano in Magic The Gathering, il gioco di carte fantasy più famoso al mondo che arriva su PC con il videogame Duels of the Planeswalkers. Un evento atteso da tutti i fan e da tutti gli appassionati di fantasy, che aggiunge un altro tassello alla storia di quello che è ormai un vero fenomeno di costume, che a partire dal 1993, anno della sua creazione, ha assunto dimensioni e numeri con pochi paragoni nella storia dell’entertainment, con oltre 12 milioni di giocatori sparsi per ogni angolo del globo, 11 miliardi di carte vendute, tradotto in 9 lingue e diffuso in ben 64 paesi nel mondo.

Duels of the Planeswalkers, scaricabile direttamente da Steam (store.steampowered.com/), sarà disponibile in Italia a partire dal 15 giugno 2010 sia per PC che per MAC, ed è pronto a replicare l’incredibile successo della versione per Xbox LIVE Arcade (4° gioco più scaricato del 2009). A settembre sarà invece la volta della versione per PlayStation 3. Nel videogame Magic The Gathering – Duels of the Planeswalkers, i giocatori, nei panni dei Planeswalkers, i potentissimi maghi della mitologia Magic capaci di passare attraverso diversi piani di esistenza, potranno sfidare i propri nemici in un lussureggiante universo in 3D.

E proprio come i protagonisti della saga, saranno dotati di poteri magici, e capaci di scagliare sortilegi e incantesimi. Il videogame, un epico gioco fantasy di strategia in cui scatenare una schiera di creature fantastiche e un devastante arsenale di magie per distruggere gli avversari, riproduce il meccanismo alla base del gioco: ci si sfida utilizzando i propri mazzi di carte, di volta in volta sempre unici e diversi. I requisiti? Astuzia, sagacia tattica e abilità strategica. Un modo nuovo per giocare a Magic che integra la modalità classica e universalmente diffusa delle carte da gioco: a differenza dei videogiochi di ruolo o dei titoli di derivazione fantasy qui non solo si vestono i panni di un personaggio, ma si gioca (proprio come nella modalità “classica”) con il proprio repertorio di abilità e magie, rappresentate dalle card, costruito e assemblato durante l’avanzamento del gioco.

Tutte le carte di Magic: the Gathering sono infatti riprodotte fedelmente e possono di volta in volta essere scaricate dal web. I giocatori potranno sfidare i propri avversari online, dando vita a vere e proprie sfide all’ultimo sortilegio. Duels of the Planeswalkers va anche oltre, perché i giocatori potranno decidere di combattere contro i propri “nemici” nella vita reale, incontrandosi davvero per proseguire il gioco riproducendo realmente il mazzo di carte messo a punto nel videogioco.

Magic: The Gathering, il gioco di carte per eccellenza, nasce nel 1993 a opera di Richard Garfield, che pubblica il primo pacchetto delle mitiche carte con la Wizards of the Coast, una casa editrice di giochi americana specializzata in fantasy. Il successo è immediato: in solo sei settimane vengono letteralmente polverizzate le scorte previste per 6 mesi. Il resto è storia. Dal momento del lancio, Magic ha conseguito numerosi riconoscimenti, raggiungendo numeri da capogiro. Sono più di 12 i milioni di giocatori sparsi per i cinque continenti, oltre 11 i miliardi le carte vendute, 64 i Paesi in cui il gioco è diffuso e 9 sono invece le lingue in cui le carte sono state tradotte.

In quasi vent’anni però, il mondo Magic non è cresciuto solamente numericamente ma anche in rete. Wizards of the Coast ha lanciato nel 2002 Magic On-Line, ossia un programma per giocare in Internet, che in poco tempo è diventato un vero e proprio successo tanto da creare anche un circuito di tornei ufficiali solo on-line. Ma il vero cuore del fantastico mondo di Magic è tutto racchiuso nei tornei. Esiste infatti un circuito professionale che organizza i regionali, i nazionali e i mondiali. L’Italia, dopo gli USA, è al primo posto al mondo per numero di giocatori: solo nel nostro paese, infatti, si organizzano, in media, oltre 6600 tornei all’anno. I tornei professionistici più importanti sono i cosiddetti Pro-Tour. Questi tornei – 4 all’anno, uno per continente – sono rigorosamente ad invito, ottenibile solo dopo aver passato vere e proprie sessioni di qualificazione. In palio cifre invidiabili, se si pensa che il primo classificato può aggiudicarsi circa 50.000$. Kai Budde, uno studente universitario 25enne  tedesco ha vinto in pochi anni la cifra record di 359.000 $.  

Per maggiori informazioni: www.magicthegathering.com

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI