Lornsword Winter Chronicle

by • 11/06/2019 • Rubriche, The Game VaultCommenti disabilitati su Lornsword Winter Chronicle44

Tower Five ha dato vita a uno strategico a volo d’uccello nuovo di zecca.  Lornsword punta tutto sull’azione ragionata e sull’alto tasso di strategia con una trama molto ben costruita.

Inizialmente molti dettagli della trama ci verranno tenuti nascosti ma potremo saperne sempre di più in base ai nostri progressi sul campo.

Impersoneremo Corun Lan Kan un guerriero che si batte per difendere il regno di Lorn. Corun brandisce anche la leggendaria Lornsword e da capitano quale è ha il compito di proteggere i confini dell’impero dall’avanzata di Markash, il fratello malvagio del re che vuole schiavizzare i potenti sacerdoti degli elementi in modo da ottenere il potere assoluto.

Corun quindi può fare affidamento sul suo esercito e sul potere degli elementi in modo da difendere Lord Lorn e i suoi sacerdoti.

Il gioco si sviluppa con visuale isometrica come i giochi di ruolo di questa tipologia. Il sistema di controllo è facile e rapido da imparare e quindi in qualsiasi momento potremo consultare tutte le varie statistiche che comprendono mana, punti vita e così via. Saremo sempre scortati da alcuni soldati per compiere le varie missioni e ognuno di essi avrà alcuni poteri che potranno essere sfruttati in battaglia.

Le meccaniche di gioco sono quindi molto basilari e adatte a tutti. Avremo a disposizione fino a quindici slot liberi per i nostri soldati e in questo modo potremo comporre la nostra armata.

Potremo anche giocare in multiplayer a schermo condiviso con un secondo giocatore che potrà impersonare un altro personaggio che è presente nella trama.

Il comparto tecnico ricorda il classico Age of Empires con dei buoni modelli sia per quanto concerne i personaggi che gli edifici.
Dovremo sempre tenere tutto sott’occhio dato che in ogni momento spetterà a noi decidere se attaccare i nemici che avanzano oppure arroccarci in difesa. Nei momenti più concitati i nemici lampeggeranno di rosso, in modo da capire dove indirizzare al meglio i nostri attacchi. Un elemento che dà certamente carattere al titolo.

Ottime le cutscene in cui i personaggi sono disegnati a mano in tutto il loro splendore.

A differenza dei gdr classici il nostro personaggio non cresce né potrà equipaggiarsi in nessun modo per essere più forte anche se il nostro esercito continuerà a crescere e questo rappresenta il vero potenziamento del gioco.

Un tuffo nostalgico per un titolo che riporta in auge i giochi di ruolo/gestionali vecchia scuola con meccaniche comunque svecchiati.

Gli appassionati si divertiranno di certo.

Voto: 7.5

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI