Lion D – Bring Back The Vibes

by • 14/04/2013 • NewsComments (0)670

Sono passati già due anni dall’ottimo album Reap What You Sow e quattro dal primo album d’esordio The Burnin’ Melody.

Lion D è certamente una delle promesse più concrete del reggae italiano e questo nuovo album Bring Back the Vibes conferma la sua maturità artistica ormai pienamente raggiunta, in vista di ulteriori traguardi internazionali.

Il titolo suggerisce un ritorno importante al roots e new roots così come a quella dancehall conscious tipica degli anni Ottanta e Novanta, con un ritorno quindi anche a quelle liriche conscious che tanto mancano oggi all’interno dello scenario internazionale. Molti anche i rimandi alle origini comuni di gospel, blues e soul.

C’è posto per ogni tematica in questo album come la spiritualità in Blessings e Thanxgivin, l’amore nelle sue varie declinazioni come nel caso di I need Your Love, So Beautiful o Mumma e lotta nella Babilonia di tutti i giorni come Work, As One e Babylon.

Ottima anche la traccia dedicata alla patria del reggae Sweet Jamaica cantata con il sodale di etichetta Ras Tewelde e i due featuring di livello internazionale Wah Dem Fah cantata con Gappy Ranks e ispirata alla canzone del 1992 di Carl Meeks, così come l’ottimo singolo Nuh Ramp longside Skarramucci. Interessante anche la rivisitazione del classico targato Inne Circle A la la la long in Try Afta You.

Impreziosisce il tutto l’ottimo contributo dell’armonicista dei Wailers Lee Jaffe, che conferisce al lavoro un respiro di portata internazionale.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI