Lil'Kim giudicata colpevole

by • 18/03/2005 • NewsComments (0)419

Riassunto delle puntate precedenti: un paio di mesi, fa la procura di New York decise di riaprire l'inchiesta su una sparatoria avvenuta nel 2001 fuori dagli studi di Hot 97, iscrivendo Lil'Kim nel registro degli indagati. La faida coinvolgeva infatti le crew di Junior Mafia e CNN e la rapper, presente sul posto al momento dei fatti, era accusata di aver mentito durante un interrogatorio del Gran Jury, in cui aveva sostenuto di non avere nulla di utile da dichiarare ai fini delle indagini.

Proprio ieri i magistrati hanno concluso il loro lavoro, giungendo a un verdetto: l'artista è stata giudicata inequivocabilmente colpevole. Il motivo dello scontro è stato infatti identificato in un dissing a Lil'Kim, che la rivale Foxy Brown aveva incluso in Bang bang, un brano targato CNN. Inoltre, fotogrammi e video della sicurezza del palazzo mostrano Kim a fianco di Damion Butler, uno dei primi ad estrarre la pistola, negli istanti immediatamente precedenti alla sparatoria.

Anche se un verdetto è stato raggiunto, la sentenza definitiva sarà resa nota solo nei prossimi giorni: secondo i legali della rapper, ad ogni modo, la pena non dovrebbe superare i cinque anni di galera, anche nella peggiore delle ipotesi. La diretta interessata manterrà comunque la linea difensiva precedentemente adottata, che vorrebbe che Kim, scioccata e terrorizzata dall'essersi trovata in mezzo a una nube di proiettili vaganti, abbia rimosso l'esatta dinamica e sequenza dei fatti.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI