Lego Harry Potter 5-7

by • 01/12/2011 • Rubriche, The Game VaultComments (0)446

Lego Harry Potter Anni 5-7 è il capitolo conclusivo della reinterpetazione in chiave Lego delle avventure di Harry Potter. Il titolo è stato sviluppato da TT Games, studio di sviluppo responsabile di tutti i giochi della serie LEGO usciti negli ultimi 5 anni ossia i tre capitoli di LEGO Star Wars, Lego Batman, Lego Indiana Jones 1 e 2 ed ovviamente Lego Harry Potter Anni 1-4. Lego Harry Potter Anni 5-7 mantiene invariati gli elementi cardine della serie confermando in larga parte quanto di buono è già stato fatto vedere dal suo predecessore diretto, , espandendo al contempo le possibilità offerte. Chi ha letto la serie di libri ricorderà sicuramente che le atmosfere si fanno mano a mano più cupe e i toni degli argomenti trattati diventano via via più adulti. Le vicende seguono pedissequamente i fatti narrati all’interno dei libri, ma al contempo tutto viene reinterpretato e filtrato con la spensieratezza e l’ ironia tipica della serie Lego, stemperando i momenti più forti attraverso una raffigurazione più lieve degli eventi. Non è un segreto che il principale target della serie sia composto da un pubblico molto giovane e l’intera esperienza è costruita proprio per soddisfare e divertire i più piccoli. L’interazione gioca un ruolo fondamentale visto che praticamente qualunque oggetto può essere distrutto per raggranellare punti o per creare qualcosa di utile, inoltre il gioco cerca di ricompensare il giocatore per ogni azione compiuta sottolineando ciò che accade su schermo con vere e proprie cascate di mattoncini. Sfruttando il gancio narrativo offerto dall’arrivo della professoressa Umbridge all’interno del quinto libro che proibisce agli studenti l’utilizzo degli incantesimi, il nostro beniamino comincerà il gioco dovendo apprendere di nuovo tutti gli incantesimi già conosciuti in precedenza. Il catalogo è stato ampliato, gli incantesimi sono suddivisi in classi e ad ogni classe è associato un colore diverso, permettendo al giocatore di comprendere quale incantesimo utilizzare in base al colore dell’oggetto con il quale si interagisce. I combattimenti, come accade nei libri, sono delle vere e proprie sfide a colpi di incantesimi dove i due nemici si affrontano all’interno di un’arena circolare che si illumina di colori diversi in base al tipo di incantesimi che si sta lanciando. Qualora i due combattenti scelgano lo stesso tipo di magia si attiverà un quick time event in cui si dovrà far ricorso ad un po’ di sano button smashing per avere la meglio e danneggiare l’energia dell’avversario. L’obiettivo è ovviamente quello di battere il proprio avversario, ma anche se dovesse andare male, il gioco evita di punire il giocatore e ci farà ripartire dall’inizio così da far risultare il tutto molto semplice e sopratutto accessibile anche ai più piccoli. Come nei libri anche in questa trasposizione in chiave Lego della serie, il buon Harry deve spesso fare affidamento sui suoi compagni di viaggio. Il numero di personaggi sbloccabili supera i 200 e il catalogo racchiude al suo interno tutti i personaggi più o meno famosi apparsi nella serie di libri, inoltre WBIE ha assicurato che un’altra decina di personaggi verranno rilasciati dopo l’uscita del gioco ed inseriti all’interno di un DLC. Lego Harry Potter anni 5-7 pone l’accento sul gioco cooperativo e permette ad un secondo giocatore di entrare all’interno della partita in qualunque momento grazie ad un comodo meccanismo di drop in/drop out. Molti dei puzzle che dovremo affrontare sono studiati apposta per il gioco a due giocatori e se si gioca in singolo sarà l’IA di gioco a fare la parte del secondo giocatore. Nota di merito per l’eccezionale Split Screen dinamico che passa senza stacchi da un vero e proprio split screen ad una visuale singola quando i due personaggi sono vicini. La soluzione è quanto di più intelligente visto sino ad ora sui nostri schermi e speriamo vivamente che molti sviluppatori seguano l’esempio di Traveller’s Tale. Completano il già ricco gameplay due elementi tutt’altro che secondari : i pets e gli accessori. I primi sono i piccoli animali da compagnia che ogni personaggio porta con sé. Caratterizzati da un design molto “giocoso” i simpaticissimi animaletti si renderanno utili nella soluzione di puzzle o per raggiungere zone altrimenti irraggiungibili. I secondi sono una serie di strumenti che possono essere utilizzati per poter interagire con gli oggetti sparsi negli scenari. Sotto il punto di vista tecnico nulla è particolarmente cambiato rispetto al passato. Il motore grafico è stato ulteriormente ottimizzato ed è capace di raffigurare il mondo di Harry Potter con una ricchezza di dettagli mai vista prima. La palette di colori, più cupa rispetto al passato per rispecchiare le atmosfere dei libri, resta comunque accesa e dona alla rappresentazione uno stile unico ed immediatamente riconoscibile. Inoltre a differenza del predecessore tutte le ambientazioni che andremo ad esplorare saranno interconnesse tra di loro e ciò permetterà ai giocatori di viaggiare ad esempio da Hogwarts a Londra visitando tutte le locazioni intermedie, introducendo un elemento “free roaming” all’interno della formula di gioco. Un ottimo titolo che però colpirà maggiormente i piccini e gli appassionati della saga.

GRAFICA: 7
SONORO: 7
GIOCABILITA’: 7
LONGEVITA’: 7
VOTO FINALE: 7

HOT SPOTS:
–   Buona dose di ironia che non guasta mai

COLD SPOTS:
–    Se non siete grandi fan del maghetto creato dalla penna della Rowling difficilmente sarete colpiti da questo titolo.

Produttore: Warner
Sviluppatore: Travellers Tales
Genere: Action

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI