Le sparate sulla schiavitù di Kanye dipenderebbero dal fatto che ha smesso di curarsi

by • 03/05/2018 • Copertina, NewsCommenti disabilitati su Le sparate sulla schiavitù di Kanye dipenderebbero dal fatto che ha smesso di curarsi193

La salute mentale di Kanye è perennemente in bilico, soprattutto negli ultimi anni: dopo essere stato ricoverato per un pesante esaurimento nervoso nel 2016, sembrerebbe non essersi mai ripreso davvero del tutto. Negli ultimi giorni il suo profilo Twitter è diventato una sorta di barzelletta globale, tra aforismi improbabili, finti leak di dischi e foto di mattoni (a quanto pare si tratta di campioni di colore per la sua nuova collezione). Ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata tramite un’intervista al sito di gossip TMZ in cui, oltre a proseguire imperterrito nei suoi elogi a oltranza al suo amico Donald Trump, ha fatto delle affermazioni estremamente controverse sulla schiavitù.

“Quando senti che la schiavitù è andata avanti per 400 anni… Quella a me suona come una scelta” ha dichiarato. “Sono rimasti lì per 400 anni ed erano tantissimi. E’ una specie di prigione mentale”. Dopo le decine di migliaia di commenti di protesta che sono puntualmente seguiti, Kanye ha chiarito su Twitter: “La ragione per cui ho tirato fuori questa storia è che non possiamo rimanere in questa prigione mentale per altri 400 anni. Abbiamo bisogno di pensare liberamente. Era solo un’idea. Ancora una volta, vengo attaccato per aver presentato idee nuove”.

Proprio ieri, TMZ ha rivelato un video girato dietro le quinte (potete vederlo qui sopra) che dimostrerebbe che questo tipo di sparate dipende dal fatto che ha smesso di prendere gli psicofarmaci che gli erano stati prescritti: “Il dottore mi aveva ordinato di prendere sette pillole al giorno, ma mi incasinano troppo la testa, perciò ora ne prendo solo una o due alla settimana” dice tra le altre cose. “Tutti voi mi avete fatto avere paura di me stesso e della mia visione, perciò ho deciso di prendere qualche pillola per non finire all’ospedale e darvi ragione. Siamo tutti drogati, seguiamo le opinioni degli altri, siamo controllati dai media, ma oggi cambia tutto”. Sembra superfluo sottolineare che abbandonare delle cure psichiatriche in corso, specie se all’improvviso, può avere serissimi rischi per l’incolumità sua e di chi gli sta intorno: non c’è più molto da ridere, insomma, ma solo da preoccuparsi, e parecchio.

 

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI