La turbolenta esistenza delle rap ladies

by • 28/02/2005 • NewsComments (0)871

Vita movimentata per le female rappers d'oltreoceano, nell'ultimo periodo salite alla ribalta della cronaca, al pari dei colleghi maschi, per numerose questioni in sospeso con le forze dell’ordine.

La prima della lista è Lil'Kim, su cui la procura di New York City ha aperto un'indagine ben quattro anni fa in merito a una sparatoria avvenuta davanti alla sede dell'emittente radio Hot 97. Il mese scorso, il giudice Gerard Lynch ha infatti inserito ufficialmente l'artista nel registro degli indagati, con l'accusa di aver deliberatamente mentito in un interrogatorio davanti al Gran Jury: c'è infatti il fondato sospetto che abbia protetto numerosi membri della sua crew coinvolti nei fatti, e non è da escludersi che lei stessa abbia avuto un ruolo in tutta la vicenda. La piccola Kim dovrà presentarsi in settimana davanti alla Corte Federale.

Altra donna sull'orlo di un tracollo è Foxy Brown, data per dispersa dal 2001 e ormai scomparsa da tempo dalla lista dei nomi che contano. Foxy, che miracolosamente è riuscita a ottenere un contratto con la Def Jam, era impegnata nelle registrazioni di un nuovo album quando, apparentemente senza spiegazione, i proprietari della sala d'incisione hanno chiamato la polizia per buttarla fuori. Sembra infatti che Foxy, da anni priva di una qualsiasi fonte di reddito adeguato, si fosse letteralmente trasferita nello studio di registrazione, trasformandolo nella sua abitazione privata. Né la polizia, né i proprietari dello studio (né tantomeno la diretta interessata) hanno però dato una spiegazione ufficiale della cacciata dell’artista.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI