La (brutta) vicenda del vinile di Melma & Merda

by • 11/12/2014 • Copertina, NewsComments (0)1883

dyav45

E’ guerra a colpi di social network tra Kaos e Kappa Management, che detiene i diritti di uno dei progetti più apprezzati dell’hip hop italiano, Melma & Merda. Antefatto: qualche giorno fa Kaos ha postato sulla sua pagina fan di Facebook uno status in cui spiegava che gli era arrivata la notizia di una ristampa in vinile di Melma & Merda, ma che non aveva niente a che fare col progetto e che anzi, se qualcuno gli avesse chiesto di autografarla, gliel’avrebbe rigata. La risposta di Oberdan Mario Cappa, che di Kappa Management (storica etichetta indipendente che ha a lungo lavorato con il rap italiano) è fondatore, non si è fatta attendere, sempre tramite social. Ve la copiamo testualmente qui:

Dottore, i conti personali noi due li abbiano chiusi 15 anni fa, quando prendesti 2 sberle e 2 calci in culo, senza battere ciglio, con la coda tra le gambe e la faccia rasente il pavimento, ricordi?

Invece i conti economici che io ho sostenuto per il disco Melma e Merda, compreso il tuo lauto cachet, sono ancora li che chiedono vendetta visto che il disco quando usci vendette 780 copie , e per andare in pari con i costi sostenuti per la produzione discografica ne dovevo vendere 3000. Ma nessuno è venuto a chiederti indietro quello che ti avevo dato, perché il disco andò malissimo .

Ora ne millanti la proprietà e butti merda come tuo solito, quando non ci sono argomenti!

Bene, ti do la possibilità di dimostrare che il disco è il tuo, perché i miei avvocati stanno valutando l’entità del danno per poi fare una denuncia e portarti in tribunale, così ti assumi le responsabilità di quello che scrivi.

Ovviamente non tutti sanno che hai provato tu , senza chiedere permesso né a me né ai tuoi due colleghi di ristampare Melma e Merda, ma la Siae di Bologna quando hai fatto richiesta per i bollini cosa ti ha detto? Semplice, che tu il disco non lo puoi stampare perché non è tuo ma della Kappa Band Management di Mario Cappa (che sono io), e che, ha tutte le ricevute dei pagamenti che ti ho fatto comprese fotocopie di assegni e varie ritenute dì’ acconto intestate ad un certo fiorito marco; ma non contento, mi fai chiamare dal tuo tirapiedi (non hai nemmeno le palle per alzare il telefono e chiamarmi) un tipo di nome Luca, detto il barista ,che mi propone un accordo e cioè, visto che kaos non può stampare, li stampi tu, li dai a noi e noi li vendiamo nei concerti, io , secondo questo accordo unilaterale avrei dovuto venderli in internet, ovviamente anche questa richiesta è caduta nel vuoto. ed a questo punto partono le minacce (di cartone come le persone che le hanno formulate -anche queste al vaglio degli avvocati-) come, stai attendo a come ti muovi , ti monitoriamo etc.

A questo punto decido che è giunto il momento di ristampare un disco che sul mercato non c’è , o comunque c’è stato pochissimo, e visto che il vinile dopo 200 copie fallate ed alcune ritirate non fù ristampato. Mi hanno dato l’imput.

E’ nel mio diritto visto che ne sono il proprietario, con la stampa, recuperare tutto quello che ho rimesso nel 99.

Ora fai pure lo sbruffone per cercare di mantenere il tuo ruolo di artista ruvido e scontroso, ma io non ci casco, ci hai provato e li, l’hai avuta vinta con il disco di Fastidio, di proprietà della ZeroStress di Dj Gruff, i tuoi fans e chi ti segue oggi lo sà che quel disco lo ha prodotto economicamente dj Gruff ed io ho fatto la produzione esecutiva (sia e, licenze , distribuzione e promozione), ora per un errore fatto in buona fede quando il disco è stato registrato in siae , è stato registrato a nome tuo, per questo che oggi lo puoi ristampare e venderlo, praticamente e letteralmente il ladro sei tu, ma tutto questo questo i tuoi fans non lo sanno, dirgli di chiedere in proposito a Gruf.

Ho io il fastidio addosso per la tua arroganza e supponenza, pensavo che dopo quindici anni anni una persona cambiasse, ma è proprio vero solo i codardi non cambiano mai, se per tanti, ed a buon ragione aggiungo io, con tutto il rispetto per i tuoi fans che in tutto questo non c’entrano niente, ma era doveroso vedere l’altra faccia della medaglia, sei un artista con grande seguito , per molti altri e per me in particolare sei un uomo senza palle, uno che ha vissuto a scrocco in casa mia per dei mesi senza mai permettersi di fare spesa o partecipare all’affitto, ecco questo è il ricordo che ho di te dopo quindici anni che ti avevo rimosso uno scroccone.

Tornado al conto aperto che devi sistemare con me, sappi, come già ti ho anticipato, che lo sistemeremo nelle aule di un tribunale, io caro dottore sono cambiato in tutti questi anni, invecchiando si dice che uno diventa più saggio per cui non accetto le tue provocazioni, per tua fortuna non siamo nel 99, altrimenti avresti finito col rappare nel coro dell’antoniano.

Ora chiudo , non sono abituato a questo tipo di cose, ho scritto questo per onor del vero e per far conoscere meglio come sono andate le cose in quegli anni, so che i fans con le fette di prosciutto agli occhi dissentiranno, ma se ne dovranno fare una ragione, non tutte le star vengono col buco.

Chiedo solo al dottore se posso tenermi il mio cognome, Cappa, visto che adesso ti chiami pure come, ma qui non c’è niente da fare ,io questo nome c’ è l’ho dalla nascita, lo devo per forza ristampare io, e ancora complimenti per la laurea , impegnato come sei nella tua carriera artistica, non deve essere stato facile arrivare al dottorato.

Se permettete ritorno li devo ero, se tutto va bene si aggiorniamo tra 15 anni

Oberdan “Mario” Cappa

Ci asteniamo da ogni giudizio sulla vicenda, ritenendo i nostri lettori liberi di giudicare questa storia come meglio credono: ci limitiamo però a ricordare che, visto il mercato che ha raggiunto il collezionismo di alcuni dischi anni ’90 ormai quasi introvabili e delle loro ristampe in vinile, è probabile che purtroppo questo tipo di situazione si ripeta anche in futuro. Ai tempi, infatti, molti artisti avevano ceduto la proprietà del master del loro album, e quindi non possono avere voce in capitolo su queste iniziative commerciali. Era successa la stessa cosa qualche anno fa con i Sangue Misto: Minoia Records aveva rilevato i diritti di ristampa per Sxm, che infatti era stato ripubblicato in cd con una copertina differente (perché i tre Sangue Misto, appunto, non erano d’accordo con l’operazione e non avevano ceduto i diritti di utilizzo della copertina, che invece apparteneva ancora a loro).

AGGIORNAMENTO #1: Vi riportiamo il messaggio postato (sempre su Facebook, sempre in maniera pubblica) da Sean, che insieme a Kaos e Deda è uno dei tre artefici di Melma & Merda.

Ciao Oberdan, o chiunque legga per lui.
Mi addolora sapere di questa iniziativa presa senza consultarci.
Mi addolora davvero molto. Se mi avessi chiamato spiegandomi le tue ragioni, ti confesso che sarei stato ben disposto al dialogo su questa cosa. Se ci fossero stati i presupposti avrei anche potuto supportare l’iniziativa, probabilmente basandomi più sul ricordo della nostra presunta amicizia o comunque sul legame instaurato per via dell’esperienza condivisa molti anni fa. Del resto non abbiamo mai avuto screzi io e te e non serbo rancori di nessun genere nei tuoi confronti, ma questa mossa mi delude profondamente ed è ovvio che con questa tua assenza di considerazione nei confronti degli autori di quest’opera, non hai il minimo rispetto per l’opera in se, per non parlare del pezzo di storia che abbiamo scritto. E’ ovvio che quest’opera rappresenta solo dei soldi facili per te e questo è un insulto anche verso le persone che intendono acquistare il disco. Ma gli affari sono affari, e han sempre puzzato di merda. Mi dispiace Mario, non immagini la tristezza che mi ha inflitto con questa notizia. Sei libero di decidere chi vuoi essere, la scelta è sempre quella tra 2 tipi di persona e se ascolti bene il disco ti renderai conto del paradosso in cui ti sei infilato.

Sean

AGGIORNAMENTO #2: Gruff ha voluto commentare (anche lui su Facebook) le affermazioni di Kappa Management, quelle che spiegavano come Fastidio fosse in realtà di proprietà di Gruff, che lo aveva prodotto tramite ZeroStress, e che solo per errore fosse stato attribuito in Siae a Kaos, cosa che poi ha permesso a quest’ultimo di ristamparlo. Abbiamo rimosso la trascrizione integrale perché il post è stato successivamente cancellato ed era comunque su un profilo privato, ma il concetto espresso da Gruff in sintesi è questo: è vero, Fastidio è stato prodotto da ZeroStress (fondato da lui e Deda), ma lo considera un regalo fatto a Kaos e quindi Kaos è libero di farne ciò che vuole.

Related Posts

Powered by Calculate Your BMI